Oil Day, prima tappa domani a Montescaglioso

Si apre nella piazza di Montescaglioso, sabato 22, alle ore 20, la campagna “Oil-day” per promuovere l’informazione pubblica, nella campagna regionale per il “bonus-benzina – elemosina ad personam, no grazie !”, che propone devolvere la card da 90 o 240 euro che siano in progetti di beneficienza”.

Si proietterà il messaggio di Ulderico Pesce e Antonio Infantino, testimonials della campagna e autori dello spot televisivo a favore della proposta lanciata dai promotori, Fabrizio Zampagni, Pasquale Rizzi, Domenico Giordano, Domenico Orlandi, Vincenzo Schiavone, Tonio Acito, Antonio Loperfido, Domenico Lence, Piero Centolanza, Michele Andrisani.

I dati ultimi sul trend della Basilicata sono sconfortanti, con un primato nazionale negli indici di povertà, disoccupazione, migrazione intellettuale giovanile, spopolamento, morte di cancro, prezzi più alti alle colonnine delle pompe di benzina … Eppure, la nostra Regione si colloca tra le regioni petrolifere più ricche d’Europa, tributando un prezioso apporto al fabbisogno energetico nazionale. Si stima che la Basilicata esprima una potenzialità del 25% di apporto petrolifero sull’intero fabbisogno nazionale, con l’attuale 78,5% di estrazione terrestre.

Con adeguato ristorno delle royalties al territorio, com’è nel resto del mondo – dall’80% al 50%, anziché l’attuale miserevole 7% – potremmo contare su un reddito pro-capite tra i più alti d’Italia. Ma se dalle estrazioni riceviamo la royalty più bassa del mondo … allora, chi fu ? … il primo gatto, lo Stato,non fu ! … secondo gatto, la Regione, non fu … e allora chi fu ?!? – come canta Infantino nel suo spot sulla ‘gatta mammona’.

La parodia amara è che siamo la Regione più ricca di quanto finora ci abbiano mai lasciato credere.

Adesso, che il provvedimento del bonus-carburante è certo, ci domandiamo cos’è questo beneficio. Forse, come dice la gente – qualcosa meglio di nulla … oppure, un contentino, un ‘distrattore’ … Purtroppo – dicono i promotori del “bonus-benzina, no grazie” – si tratterebbe di un inganno e una beffa, che vale “meno del nulla”. Un’elemosina umiliante, a fronte di un mare d’oro nero che ci sta sotto i piedi e che ci vediamo sottratto a prezzi stracciati, mentre i Lucani continuano ad essere trattata da straccioni.

Perciò, il “no, grazie” alla miserevole elemosina ad personam e la proposta di devolvere la card dei 90 o 240 euro che siano, ai progetti di solidarietà promossi dall’Associazione “Basilicata Mozambico” che a Matera, vede don Angelo Tataranni della parrocchia di San Rocco, come indiscutibile garante etico e sociale, figura da tutti riconosciuta per l’instancabile aiuto al terzo mondo, oltrechè al malessere di sotto-casa.

A Montescaglioso – prima tappa emblematica per la cronaca storica delle lotte per la terra – , si apre questa appassionata e intensa campagna regionale d’informazione e sensibilizzazione, intrapresa da cittadini di buona volontà per incontrarsi e confrontarsi nelle piazze con la società civile lucana, a ragionare su questa amara e stridente parodia di una ricchezza petrolifera ingente, che offende la dignità delle nostre povertà, antiche e più drammaticamente nuove.

Oil-day e la campagna “bonus-benzina – elemosina ad personam, no grazie ! … piuttosto progetti di beneficienza” , continuerà nei prossimi giorni, con incontri in piazza nel maggior numero dei Comuni delle due Provincie, fino a quando non perverrà l’accredito della card-carburante che – come annunciato – riceveremo sotto l’albero di Natale.

Gruppo promotore “Oil-day” CAMPAGNA REGIONALE “BONUS-BENZINA – ELEMOSINA, NO GRAZIE!”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *