Omicidio dell’estetista barese: chiesti 27 anni e nove mesi per l’ex compagno

Ventisette anni e nove mesi è la pena chiesta dalla procura di Bari per Alessandro Angelillo, il trentaciquenne ex compagno di Anna Costanzo, cinquant’anni, estetista degli artisti del Petruzzelli, uccisa nella notte tra il 10 e l’11 luglio 2009 nella sua casa nel rione San Girolamo di Bari. La richiesta di pena e’ stata avanzata nel corso del processo con rito abbreviato. I due fratelli della vittima si sono costituiti parte civile ed hanno chiesto un risarcimento di un milione di euro. L’udienza e’ stata aggiornata al 20 maggio per l’arringa.
L’ex compagno della vittima è in carcere dal 13 novembre 2009 con l’accusa di omicidio volontario premeditato. Il movente sarebbe stato il rifiuto della donna a riprendere la relazione con lui. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la notte dell’omicidio l’uomo sarebbe entrato in casa della cinquantenne prima del suo rientro ed avrebbe allestito una messa inscena per allontanare qualsiasi sospetto da lui: avrebbe scritto sulla bacheca di Facebook dall’account di Anna, il messaggio in cui la donna annunciava di aspettare a casa tre uomini conosciuti quella sera, avrebbe riempito d’acqua la vasca da bagno assicurando il tappo sul fondo con del nastro da imballaggio e avrebbe allestito la scena di un’orgia non consumata. A quel punto l’avrebbe aggredita, strangolata e infine annegata.

Mariateresa Cotugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *