Omicidio di Santeramo in Colle: arrestato lo zio di Carmela

E’ stata uccisa con due colpi di pistola, probabilmente di piccolo calibro, alle spalle: il suo corpo è stato trovato, avvolto tra le lenzuola, in una pozza di sangue, sul pavimento, accanto al letto dove si trovava l’anziano nonno, che ha assistito all’omicidio ma che non è in grado di parlare perchè gravemente ammalato. Carmela Russi, di 36 anni, casalinga, è morta nell’abitazione dove da 15 anni la donna accudiva gli anziani nonni, entrambi gravemente ammalati, al primo piano di una palazzina in via Caneva, al civico 40, poco distante dalla sede del Municipio e dalla scuola Balilla. L’omicidio sarebbe avvenuto la scorsa notte. E’ stato scoperto dalla mamma della vittima che ha trovato il corpo della figlia nella camera da letto del nonno, semi nascosto, sotto il letto dove da anni giace, ammalato, l’anziano. La donna, preoccupata perchè non aveva da qualche ora notizie della figlia che aveva ripetutamente e invano chiamato sul suo cellulare, ha aperto la porta dell’abitazione con un duplicato delle chiavi e ha scoperto quanto era avvenuto. Disperata, ha subito chiamato il 118, ma i medici hanno potuto solo constatare la morte della 36enne, raggiunta da due colpi di arma da fuoco sparati da una distanza ravvicinata. I carabinieri hanno portato in caserma alcune persone che sono state ascoltate per tutta la giornata al fine di poter ricostruire la dinamica dell’omicidio. Poi questa mattina, è stato posto in stato di fermo con l’accusa di omicidio Bruno Baldassarre, di 44 anni, zio materno di Carmela Russi. Il provvedimento è stato emesso al termine di un lungo interrogatorio protrattosi fino a notte fonda.

Lunedì prossimo dovrebbe esserci l’udienza di convalida del fermo. L’omicidio sarebbe avvenuto nel bagno dell’abitazione; poi il corpo è stato avvolto in un lenzuolo e spostato in camera da letto. L’autopsia si terrà tra lunedì e martedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *