Ordigno inesploso nei pressi dell’abitazione del vice-sindaco di Surbo

Un candelotto artigianale contenente polvere esplosiva è stato ritrovato nella giornata di ieri nei pressi dell’abitazione del vice-sindaco di Surbo, Fabio Vincenti. Il rinvenimento è stato effettuato intorno alle 6.30 dallo stesso Vincenti, in via Gentile, angolo via D’Aurio. L’uomo, 41 anni, sposato e padre di due figlie, è in carica dal 2008 come assessore ai Lavori Pubblici, ed ha subito allertato le forze dell’ordine. Sul posto sono accorsi i militari della stazione di Surbo che, assieme ai colleghi della compagnia di Lecce e gli agenti della polizia municipale locale, hanno messo in sicurezza l’area. La zona è stata off-limits sino a quando non si è appurato che l’ordigno non sarebbe esploso.

Non è la prima volta che Vincenti è vittima di attacchi intimidatori: tre anni fa, infatti, un incendio distrusse completamente la lavanderia di proprietà della moglie. E, sempre a Surbo, un mese fa, ignoti spararono diversi colpi di pistola contro la porta dello studio legale di Oronzo Chironi, ex vicesindaco. Le indagini sono affidate ai carabinieri, che non tralasciano alcuna pista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *