Partenarariato sociale ed economico, costituita la segreteria tecnica

E’ stata costituita la segreteria tecnica del Partenariato sociale ed economico (Pes). Invece, il Comitato di Partenariato verrà costituito entro il prossimo mese di gennaio.

Sono le due principali decisioni assunte nel corso del Forum di partenariato svoltosi ieri nella sede della Regione.

Il Partenariato economico e sociale, composto da 36 soggetti (associazioni, sindacati, organizzazioni di categoria) ha l’obiettivo di promuovere la cultura dello sviluppo partecipato, tramite la definizione di atti di programmazione condivisi, anche al fine di rafforzarne la legittimità sociale, promuovere una più efficace mobilitazione sugli obiettivi perseguiti. Si tratta, insomma, di migliorare la qualità e l’efficacia delle scelte (indirizzi, obiettivi, strumenti, criteri, risorse, impatti) rendendo il Partenariato parte integrante del processo valutativo che deve reggere le decisioni.

La segreteria tecnica di partenariato, così come previsto dal protocollo d’intesa fra la Regione Basilicata e le Parti economiche e sociali, ha i seguenti compiti: raccordare l’attività dei diversi servizi regionali coinvolti nell’azione di confronto con le Parti economiche e sociali; istruire gli aspetti tecnici delle attività partenariali in collaborazione con gli uffici competenti dell’Amministrazione regionale; organizzare gli aspetti logistici delle attività partenariali; gestire uno spazio informativo dedicato al partenariato nel sito web dell’Amministrazione regionale; contribuire alla gestione dei flussi informativi al fine di attuare quanto previsto dal Protocollo di Intesa; fornire un supporto tecnico alle PES ed al Referente Unitario.

La “Segreteria Tecnica di Partenariato” è attestata all’ Ufficio Programmazione e Controllo di Gestione del Dipartimento Presidenza della Giunta.

Durante la discussione le PES hanno rappresentato l’esigenza di addivenire in tempi ristretti alla completa composizione del Comitato di Partenariato, organismo misto composto da quattro referenti regionali e cinque rappresentanti designati dalle parti economiche e sociali, con la missione di organizzare il livello tecnico di confronto e, quindi, di definire il calendario delle attività partenariali.

Pertanto, le PES hanno chiesto alla Regione, al fine di definire i loro rappresentanti, di coordinare le esigenze delle singole categorie anche attraverso la rimodulazione del numero dei rappresentanti stessi. Quindi si è preso atto che la Regione ha designato i propri rappresentanti del Comitato di Partenariato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *