Passa il Nursia, la Takler esce a testa alta dalla semifinale

Non riesce l’impresa alla Takler Matera, che torna da Norcia sconfitta, ma non senza aver lottato sino all’ultimo secondo per onorare la semifinale dei play off . Una battuta d’arresto, ampia per ciò che si è visto in campo e che ferma la corsa dei neroarancio verso la serie A2 ad un passo dalle finali. La gara secca, infatti, è oltremodo punitiva per una squadra che ha conquistato i traguardi lottando su ogni campo e tra tante difficoltà, non riuscendo però a sopperire ad un incontro al quale la squadra di Damiano Andrisani è arrivata davvero ridotta ai minimi termini, senza gli squalificati Dario Lopez e Leo Panarella, e per ultimo l’infortunio in settimana, durante l’ultimo allenamento, di Michele Maiullari. Inoltre, con la squalifica del tecnico, il presidente Nico Taratufolo in panchina ha potuto contare solamente su undici uomini, tra i quali tra under. Poi, a coplicare ulteriormente il piano partita, è arriva nella seconda metà del primo tempo, l’espulsione di Peppe Aruanno. La doppia ammonizione del laterale ha infatti aperto il varco verso il vantaggio dei padroni di casa. Poi nella ripresa la necessità di attaccare, ha portato la Takler a scoprirsi, oltre che a subire altre tre reti.
La gara inizia bene per i materani, che agiscono spesso di rimessa e coprono ottimamente gli spazi dinanzi a Rafael Pereira. L’occasione migliore dopo 5′ capita sui piedi di Dall’Onder, che servito in contropiede da Aruanno, si ritrova a tu per tu con Barigelli. Il secondo portiere della Nazionale italiana di calcio resta in piedi, freddo sino all’ultimo istante e respinge la conclusione. Un paio di conclusioni di Bellaver scaldano le mani di Rafael, lucido come il suo collega. Al 16’26” la svolta. Aruanno perde un contrasto e strattona l’avversario. Il laterale era già ammonito e la coppia arbitrale non può far altro che mostrargli il rosso. Con l’uomo in più il Maran Nursia trova lo spazio per colpire con De Araujo, che recupera una respinta e scaraventa un potente destro in rete. Al 19′ l’occasione per il pareggio. Barbosa si inventa un gran mancino dall’out di sinistra, Barigelli respinge, ma la sfera resta lì, dove arriva Stigliano, che per un soffio non riesce a trovare l’impatto giusto con il pallone.
Nella ripresa la gara si anima. La Takler torna in campo con la chiara intenzione di trovare la rete del pareggio. I materani ci credono e provano ad attaccare, ma sua una punizione di Barbosa, Barigelli respinge e lancia il contropiede di Paolucci, che serve a Ronchi una deliziosa palla da spingere solamente in rete. Siamo al 3’34” ed è il raddoppio dei padroni di casa. Riprende a costruire la Takler, ma Barigelli pare insuperabile. Al 8’46” invece il break della Maran Nursia è decisivo. Sale Duarte a sinistra, che attende il movimento dei suoi compagni, sino all’arrivo di De Araujo, che dopo aver ricevuto dai compagni, finta una prima volta la conclusione e poi realizza, per il 3-0. A questo punto Andrisani, tramite il presidente Taratufolo in panchina, sceglie di giocarsi il tutto per tutto con il portiere di movimento. Ma è ancora Barigelli a chiudere la porta in faccia ai neroarancio per ben cinque vole su Barbosa, Dall’Onder e Vivilecchia in una sola azione, Stigliano e ancora sul numero dieci materano con una spaccata di altissimo livello. Al 16’40” c’è anche spazio per un palo colpito da Vivilecchia, con un bellissimo tiro al volo che meritava più fortuna. Infine, al 17’57” arriva anche il sigillo del capitano di casa, Trapasso, che a porta vuota, su una palla persa dalla Takler, con il portiere di movimento in campo, deposita in rete dalla propria metà campo. Si chiude così l’esperienza della squadra materana nei play off.
MARAN NURSIA – TAKLER MATERA 4-0
MARAN NURSIA: Barigelli, Stringari, De Araujo, Ronchi, Bellaver Matheus, Trapasso, Paolucci, Baldoni, Belli, Duarte, Rarinha Neves, Delle Grave. Allenatore Da Silva.
TAKLER MATERA C5: Di Bitonto, Vivilecchia, Perrone, Lecci, Aruanno, Contini, Barbosa, D’Oppido, Stigliano, Dall’Onder, Rafael Pereira. Allenatore Andrisani.
ARBITRI: Carmelo Papotto di Roma1 e Riccardo Davì di Bologna. (CRONO: Emanuele Roscini di Foligno).
RETI: 17’30” pt De Araujo, 3’34” st Ronchi, 8’46” st De Araujo, 17’57” st Trapasso.
NOTE: 16’26” pt espulso, per doppia ammonizione, Aruanno della Takler Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *