Patto di stabilità, al via il Protocollo per la certificazione dei crediti

Un protocollo d’intesa disciplinerà la certificazione dei crediti del sistema regionale e consentirà alle imprese private di ottenere la liquidazione delle spettanze direttamente dal sistema bancario; un tavolo di monitoraggio permanete vigilerà sull’applicabilità del protocollo stesso. E’ quanto è stato deciso questa mattina in Regione nel corso di una riunione, presieduta dal Presidente Vito De Filippo, nel quale è stato sottoscritto il Protocollo d’intesa per la per la certificazione e la cessione dei crediti del sistema regionale. Il documento, che prevede la possibilità di applicare i sistemi del pro-soluto o del pro solvendo, è stato sottoscritto, oltre che dalla Regione Basilicata, dalle Province di Potenza e Matera, dall’Anci regionale, dall’Api Potenza, dalla Confapi Matera, da Confindustria regionale, da Confcooperative, dalla Lega Coop di Basilicata e dall’Associazione Generale Cooperative Italiane . Per il predidente della Regione Basilicata , Vito DE Filippo, “prosegue in questo modo l’impegno della Regione per mitigare gli effetti del Patto di stabilità sul sistema delle imprese. Questo Protocollo rappresenta inoltre per il sistema bancario un banco di prova interessante per contribuire a limitare l’impatto sugli operatori economici delle conseguenze, in termini di liquidità, dovute al differimento del pagamento da parte della regione. Il tutto – evidenzia infine De Filippo – attraverso la semplificazione delle procedure connesse alle operazioni di cessione del credito certificato, secondo un processo operativo ben individuato che potrà comunque essere affinato al tavolo di monitoraggio permanete che vigilerà sull’applicabilità del protocollo stesso”.

“Al fine di regolare il processo – ha spiegato nel corso dell’incontro il direttore generale della Giunta regionale Angelo Nardozza – la Regione ha condiviso con le Parti uno schema di convenzione da stipularsi tra l’Ente e una o più Banche o Intermediari finanziari, contenente tra l’altro le modalità operative da adottarsi per il perfezionamento delle operazioni di cessione dei crediti e per il rilascio delle certificazioni, nonché le condizioni economiche applicate. Grazie al Protocollo le imprese potranno monetizzare i crediti vantati, non vedranno aumentare la propria massa debitoria e potranno così accedere al credito per eventuali altre necessità. Potranno inoltre accedere allo cessione del credito con costi certi e notevolmente inferiori tanto a quelli dell’anticipazione bancaria che delle normali condizioni di cessione del credito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *