Per Matera è fiera una V edizione da record. Oltre 10mila al concerto finale di Mango

E’ stata un successo la V edizione di “Matera è fiera” che ha salutato il pubblico di Piazza della Visitazione con numeri da record. Oltre 10 mila le presenze solo nella serata finale di ieri, un trionfo dell’ “orgoglio lucano” con il cinema di Antonio Andrisani, Vito Cea e Angelo Calculli prima e il concerto applauditissimo del cantautore Mango, ciliegina sulla torta di cinque giorni ricchi di incontri, convegni, spettacoli e di vetrina per oltre 200 attività produttive che hanno popolato l’esposizione. Evidentemente soddisfatti per la riuscita della campionaria i fratelli Franco e Donato Braia che di “Matera è fiera” sono gli organizzatori. “L’entusiasmo e la partecipazione di così tante persone che, specialmente nell’ultima serata, hanno affollato gli stand e seguito gli spettacoli- dice Franco Braia- è la gratificazione più bella ai mesi di duro lavoro che precedono la fiera”. Un evento che è cresciuto di anno in anno: si è passati infatti dagli 80 stand della prima edizione ai 240 di quest’anno, ospitando più di 30 artisti e oltre 200 mila visitatori. A segnare il definitivo “salto di qualità” della campionaria la partnership stretta con l’Ente fiera del Levante di Bari che pone “Matera è Fiera” a pieno titolo tra gli eventi fieristici di respiro nazionale. “Gli espositori, tra enti,associazioni di categoria e aziende private di artigianato, commercio, enogastronomia- conferma Bria- quest’anno sono cresciuti del 10%, in sintonia con il trend che ha caratterizzato sin dal suo esordio “Matera è fiera”. Ormai piazza della Visitazione, nonostante la disponibilità delle Fal che ringrazio pubblicamente, sta “stretta” alla manifestazione, l’individuazione di un’area fiera che ne consenta un’ulteriore, quanto fisiologica, espansione non è più rinviabile”. Nella serata finale, condotta da Saverio Pepe e Margherita Agata, spazio anche alla solidarietà. Alla presenza di Paolo Loiodice presidente degli Amici del cuore, promotori della lotteria benefica, dell’assessore comunale Flores Montemurro e dei titolari delle aziende Muscaridola, Gruppo Maffei, Lorè battery store che hanno messo a disposizione i premi in palio, è stata effettuata l’estrazione dei biglietti vincenti. Questi i numeri estratti: E2264 vincitore di un televisore, B1357 vincitore di una bici elettrica e D2205 vincitore di una Fiat Panda. Premiati anche i tre migliori stand. La targa per la categoria Artigianato è andata a Sinus di Gaetano Casino, quella per la categoria Commercio a Garofali-Logallo dei fratelli Francesco e Ciro Logallo e quella per la categoria Enogastronomia a Latte Rugiada di Roberta Squicciarini. Tante le persone che hanno contribuito alla riuscita di “Matera è fiera 2014”. “Tutto lo staff di Quadrum- ricorda Franco Braia – le società Be sound di Carlo Iuorno, Sound Planet Music di Pisticci che hanno operato dietro il palco, quest’anno reso ancora più bello e luminoso dalla scenografia ideata da Mario Carlo Garrambone, Apulia allestimenti per gli stand e Cabling a wi-fi e telecomunicazioni”. E ancora merito a tutti i media partner: Radio Radiosa, Ideama, Sassilive e Trm che, alle dirette sul canale H24, ha affiancato gli speciali in onda su canale Edu (601 del digitale terrestre), interamente dedicato a MèF. Un particolare riconoscimento anche a “Forze dell’ordine, Protezione civile e Croce rossa che con la loro presenza discreta ma efficiente – dice Braia- hanno consentito il sereno svolgimento della manifestazione”. Tra le novità di quest’anno la partnership, oltre che con la fiera del Levante, con il Parco della Grancia e la collaborazione con la Lucana film commission, a cui è stato riservato ogni sera uno spazio speciale. Ma il ringraziamento più grande Franco Braia lo riserva a Gesù Cristo: “E’ la sua mano benevola che ha salvato la fiera dalla pioggia- riconosce, sollevato, il patron di Quadrum- le previsioni del tempo erano inclementi e temevamo potessero compromettere il lavoro e i sacrifici di un anno, invece tutto è andato per il meglio e possiamo guardare con rinnovato ottimismo alla prossima edizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *