“Perrino” di Brindisi, il presidente della commissione regionale Amati chiede due nuove sedute operatorie per abbattere le liste d’attesa per la chirurgia senologica

“Presso la Senologia chirurgica del Perrino di Brindisi, un’eccellenza regionale con ben 345 interventi nel 2021, c’è sempre una lista d’attesa di 53 donne per interventi di asportazione di tumori mammari. E naturalmente nessuna donna dovrebbe attendere per più di dieci giorni. Ho chiesto al direttore generale Pasqualone di disporre da subito due nuove sedute operatorie, oppure una doppia, e ripristinare l’attività in day service presso il Pta di Mesagne”. Lo ha dichiarato il presidente della commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati.

“Il tumore al seno riguarda una donna su otto. Una statistica che suggerisce il fatto che tutte potrebbero essere colpite – continua Amati. – La tragica e ampia statistica ha però una altrettanto ampia possibilità di guarigione, ma a patto che la diagnosi avvenga precocemente e che l’eventuale intervento chirurgico di asportazione sia effettuato altrettanto precocemente. In questo ambito gode di ottima reputazione l’unità operativa di Chirurgia senologica dell’ospedale “Antonio Perrino” di Brindisi”, ma nonostante l’alto numero di interventi c’è ad oggi una lista d’attesa di 53 pazienti malate, che dovrebbero essere sottoposte al più presto all’asportazione del tumore e garantirsi dunque la piena possibilità di guarigione. Per eliminare l’attesa servirebbero almeno due ulteriori sedute operatorie al mese, oppure un’ulteriore doppia seduta, e la riapertura dell’attività di day service presso uno dei Pta provinciali per gli interventi sui linfonodi sentinella”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *