Pietrapertosa aderisce al progetto ‘Panchine rosse’ per dire no alla violenza sulle donne

Anche il comune di Pietrapertosa ha aderito al progetto ‘Panchine Rosse’ per dire no alla violenza contro le donne. Su iniziativa dell’Assessore alle Politiche Sociali dell’amministrazione comunale di Pietrapertosa, Giusy Vigna, nel giorno in cui si celebra la Festa della donna, il borgo dolomitico ha inaugurato la sua panchina rossa. L’iniziativa si è svolta all’interno della villa comunale alla presenza di Angela Blasi, Presidente CRPO (Commissione Regionale Pari Opportunità) di Basilicata.
“Abbiamo messo alla prova la nostra regione per capire quanto fosse sensibile al tema. La panchina rossa ha un significato forte che è quello di combattere non solo la violenza fisica sulle donne ma anche quella psicologica. Il vero senso della festa della donna è riempire questa giornata con iniziative importanti, come questa, volute dalla comunità”, ha detto Blasi, che nell’occasione ha anche affermato che, dallo scorso mese di luglio, i comuni lucani che hanno aderito all’iniziativa sono ad oggi circa una quarantina. L’assessore Vigna ha evidenziato: “L’adesione a questo progetto l’abbiamo espressa il 25 Novembre in occasione della giornata internazionale sulla violenza contro le donne fissando come data inaugurale proprio l’8 Marzo. Ho ritenuto importante collocare questo simbolo a Pietrapertosa per far si che tutti i passanti riflettano su questo tema sensibilizzando sempre più l’opinione pubblica”.
Il primo cittadino Pasquale Stasi oltre a ringraziare i giovani del servizio civile e i ragazzi impegnati nel progetto ex Copes, per aver realizzato materialmente la panchina, ha dichiarato: “Il nostro scopo è lasciare un segno affinchè ognuno possa riflettere su ciò che accade per poi agire di conseguenza. La giornata della donna dovrebbe essere tutti i giorni”. Infine le donne presenti hanno provveduto a scoprire la panchina ed anche una targa costituita da un segnale con su scritto “Stop alla violenza sulle donne”. Due signore del posto hanno posato un paio di scarpe rosse ai piedi della panchina per sottolineare il loro disappunto contro tutti coloro che procurano al gentil sesso violenze di ogni genere.

foto: archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *