Po Fesr 2014/2020: approvata la strategia dell’area interna Montagna Materana

“Piccoli paesi grande vita”: questo il motto che racchiude la filosofia della Strategia dell’area interna Montagna Materana definita nel documento strategico per lo sviluppo locale dell’area per il rilancio della crescita economica e sostenibile, oltre al miglioramento della qualità della vita dei cittadini di una delle aree lucane più marginalizzate e con un tasso di spopolamento tra i più elevati della regione. La Giunta regionale ha approvato la Strategia dell’area interna Montagna Materana, concludendo il lungo e complesso iter di costruzione di questo strumento per salvaguardare e rilanciare l’area che comprende i comuni di Accettura, Aliano, Cirigliano, Craco, Gorgoglione, Stigliano, San Mauro Forte e Oliveto Lucano.
A disposizione circa 31 Meuro derivanti da risorse statali e da quelle messe a disposizione dalla Regione Basilicata nell’ambito dei Programmi Operativi. In particolare, i finanziamenti per le azioni di rafforzamento dei servizi essenziali di cittadinanza provengono per 3,74 Meuro dalla legge di stabilità; mentre quelli per le azioni di sviluppo locale, trasporti e per il sociale sono sostenuti per circa 21 Meuro dal Po Fesr 2014-2020; le azioni per la formazione e l’istruzione saranno finanziate per 0,8 Meuro dal Po Fse 2014-2020 e quelle per il comparto agricolo per circa 5,5 Meuro dal Psr 2014-2020.
L’area è stata individuata come area “pilota” ed è la prima delle quattro aree lucane ad aver concluso il percorso di costruzione della Strategia d’area che è il frutto di un lungo e articolato processo di partecipazione e di co-progettazione tra i diversi  soggetti interessati, in primis i comuni, ma anche le popolazioni dell’area, la Regione e il Comitato tecnico aree interne.  Il documento definisce le condizioni iniziali e le tendenze evolutive senza l’intervento della strategia, lo scenario desiderato ed i risultati attesi, la strategia d’area e gli attori coinvolti, l’organizzazione programmatica e finanziaria, il processo di costruzione della strategia d’area e le modalità di partecipative per la sua attuazione.  Il percorso di costruzione della Strategia d’area si concluderà con la sottoscrizione di un atto negoziale per regolare i rapporti tra Regione e Comune capofila dell’area progetto per l’attuazione della Strategia e, a seguire, con la sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro da parte della Regione, dei Ministeri competenti, dell’Agenzia per la Coesione Territoriale e del soggetto Capofila dell’area interna. L’altra area candidata a partecipare alla Strategia aree interne è quella del Mercure Alto Sinni Val Sarmento che ha già avviato il percorso e ha elaborato il documento “Bozza di Strategia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *