Po Val d’Agri, 4 milioni di euro per la ‘Creazione di attività imprenditoriali’

Quattro milioni di euro per incentivare lo sviluppo imprenditoriale nei 35 Comuni ricadenti nel comprensorio del Programma operativo Val d’Agri-Melandro-Sauro-Camastra. Lo prevede l’Avviso pubblico finalizzato alla “Creazione di attività imprenditoriali”, approvato oggi dalla Giunta regionale. In particolare, il bando è volto a implementare il tessuto imprenditoriale, lo sviluppo competitivo e la produzione di beni e servizi, sostenendo finanziariamente la nascita di microimprese nel territorio dei Comuni di Abriola, Accettura, Aliano, Anzi, Armento, Brienza, Brindisi di Montagna, Calvello, Castelmezzano, Castelsaraceno, Cirigliano, Corleto Perticara, Gallicchio, Gorgoglione, Grumento Nova, Guardia Perticara, Laurenzana, Marsiconuovo, Marsicovetere, Missanello, Moliterno, Montemurro, Paterno, Pietrapertosa, Roccanova, Sant’Arcangelo, San Chirico Raparo, San Martino d’Agri, Sarconi, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Spinoso, Stigliano, Tramutola e Viggiano.

Sono finanziabili le attività manifatturiere nei settori inclusi nella classificazione Ateco 2007 per un investimento complessivo non inferiore a 10 mila euro. Sono agevolate le spese per progettazione e studi, quelle connesse all’acquisizione di terreni, di immobili già costruiti, di opere murarie, impianti e macchinari. Si potranno, inoltre, richiedere contributi per sostenere le spese per investimenti immateriali per brevetti, consulenze, programmi informatici e per l’acquisizione di certificazioni.

Nel bando è prevista una premialità per le microimprese a prevalente partecipazione di giovani, di donne o costituite da lucani residenti all’estero. Fa scattare la premialità anche la tipologia dell’investimento, se diretto all’innovazione tecnologica e commerciale, alla sostenibilità ambientale, alla sicurezza sui luoghi di lavoro e all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

“Sostenere le microimprese – ha commentato il presidente della Regione, Vito De Filippo, che ha proposto il provvedimento – vuol dire sostenere lo sviluppo delle comunità locali. Il bando dà spazio alle idee progettuali che scaturiscono dal territorio, assecondandone le vocazioni e ciò è una buona premessa per la creazione di posti di lavoro che durino nel tempo”.

Il bando sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e sui siti Internet agli indirizzi www.regione.basilicata.it e www.povaldagri.it. Soggetto gestore sarà Sviluppo Basilicata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *