Potenza ricorda Donato Sabia ad un anno dalla sua scomparsa

Un cuore, disegnato sulla neve, all’interno del campo scuola di Macchia Romana a lui intitolato dal Comune di Potenza. E’ il gesto compiuto dai familiari dell’indimenticato campione di atletica potentino, Donato Sabia, scomparso l’8 aprile 2020 a 56 anni a causa del Covid-19.
Dopo aver combattuto il virus nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Carlo, l’intera comunità sportiva regionale e italiana ha voluto ricordare l’ex mezzofondista e velocista, due volte finalista degli 800 metri piani ai Giochi olimpici di Los Angeles 1984 e Seul 1988, oro negli 800 agli Europei indoor di Goteborg 1984. Punto di riferimento della FIDAS in veste di presidente regionale, a lui si vede sopratutto una delle denunce sul doping nell’atletica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *