Potenza: Riti voodoo e sfruttamento, due arresti

Le ragazze nigeriane in procinto di partire per l’Europa “subivano” un rito voodoo, che le organizzazioni criminali locali – collegate con molti Paesi del vecchio continente – usavano per intimorirle e quindi assicurarsi la restituzione del pagamento del viaggio (circa 30 mila euro) e la loro attività di prostituzione, a Potenza e in altri centri. E’ quanto è emerso da un’indagine della Procura del capoluogo lucano, che ha portato a tre misure cautelari eseguite dalla squadra mobile. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *