Premiata la gestione delle finanze pubbliche del Comune di Altamura

L’Amministrazione comunale di Altamura rende noto che con Atto Dirigenziale Regionale n° 70 del 25 Ottobre 2011 – avente ad oggetto l’attuazione del patto di stabilità verticale per l’anno 2011- sono state pubblicate le ripartizioni degli spazi finanziari destinati ai Comuni dalla Regione Puglia, che ammontano in totale a 30 milioni di euro. Al Comune di Altamura è stato concesso uno spazio finanziario pari ad euro 3.472.000 da destinare in maggiore misura alla copertura di interventi in attuazione di programmi finanziati con risorse a valere sul Fondo ex Aree Sottoutilizzate (ex FAS), ora Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

Com’è noto, il Patto di stabilità impone ai Comuni dei limiti annuali tassativi e progressivi, che impediscono i pagamenti relativi ai lavori pubblici, e persino dei lavori già finanziati ed appaltati prima della sua entrata in vigore. Con il Patto di stabilità verticale (tra Regione e Province/Comuni) vengono sbloccate delle quote finanziarie che consentono di provvedere a tali pagamenti. Altamura è il Comune che, tra tutti, ha conquistato lo spazio maggiore: 3.472.000 euro, appunto.

“E’ un ottimo risultato, considerando che è stato ottenuto in pochissimi giorni in sinergia tra i Settori Finanze e Lavori Pubblici, grazie al quale avremo una maggiore operatività per portare avanti e completare i lavori in corso – sottolinea il Sindaco Mario Stacca”. “Abbiamo conquistato per la Città di Altamura il più cospicuo spazio finanziario di tutta la Regione – spiega l’Assessore al Bilancio Giuseppe Disabato – un dato significativo, se pensiamo che tale somma equivale a circa l’11% dell’intera misura regionale, indirizzata a tutti comuni pugliesi. Siamo riusciti, con il lavoro svolto dal settore finanziario e dal dirigente Dott. Francesco Faustino, ad ottenere maggiori quote da destinare al pagamento delle spese di investimenti in conto capitale, già impegnate, e ad avere un più ampio margine per rientrare nel saldo imposto dal Patto di Stabilità. E’ evidente che questo è un risultato positivo per la nostra città e dimostra il nuovo impulso impresso dall’Amministrazione, e particolarmente dal mio settore, per mantenere una solidità finanziaria nonostante gli effetti di questa crisi che, con i noti tagli, ci impone una continua e costante azione di monitoraggio per cogliere, in anticipo su tutti, ogni nuova opportunità”.

“Nei mesi precedenti – afferma il dirigente Francesco Faustino – attraverso il Servizio Controllo di Gestione, avevamo avviato un analitico monitoraggio delle spese d’investimento individuando, per ciascuna voce, la natura del relativo finanziamento. Grazie a questa attività preliminare, il provvedimento regionale – che richiedeva in tempi strettissimi la quantificazione della spesa relativa all’attuazione dei programmi finanziati con fondi ex FAS – non ci ha colti impreparati; circostanza che ha, invece, penalizzato molti altri Comuni, che non sono riusciti a presentare l’istanza o che hanno richiesto importi probabilmente inferiori rispetto al plafond potenziale. Gran parte dello spazio assegnato dalla Regione (3.152.000,00 Euro su complessivi 3.472.000,00 Euro) è destinato a sbloccare i pagamenti a valere sui fondi ex FAS: si tratta di un importo molto significativo, ma è comunque necessaria una certa prudenza, visto che i pagamenti attualmente bloccati presso la Ragioneria comunale, per effetto del Patto, non riguardano esclusivamente opere finanziate con tali fondi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *