Premiati i testimoni della cultura popolare e cercatori di traccia. C’è anche un lucano

In occasione della “Giornata nazionale della Rete Italiana di Cultura Popolare” promossa dall’ associazione medesima con lo scopo di realizzare azioni socio-culturali volte alla valorizzazione e alla riproposizione delle culture popolari e dei rituali sociali, antichi e moderni, sono stati attribuiti i premi per i Testimoni della Cultura Popolare e Cercatori di Traccia. Un riconoscimento internazionale per la valorizzazione di tutte quelle persone, feste, riti, performances e azioni, espressione di quel valore inscindibile che la storia del territorio rappresenta.
Fra i vincitori del premio, la cui cerimonia si è tenuta a Torino lo scorso 14 dicembre, tramite collegamento telefonico nel corso di una trasmissione radiofonica risulta il nostro conterraneo Prof. Donato Allegretti;
Come dice il Prof. Bettini nel suo libro “Contro le radici. Tradizione, identità, memoria”: la tradizione, infatti, non è qualcosa che viene dalla terra, che si mangia o che si respira, e neppure è qualcosa che discende verso di noi da determinate alture: essa è prima di tutto qualcosa che si costituisce e che si apprende. Senza un continuo lavoro di apprendimento qualsiasi tradizione si spegne in breve tempo”.
Che si tratti di promuovere il lavoro di raccolta effettuato con la costituzione del “Museo del giocattolo povero” di Albano di Lucania o l’opera di divulgazione con la pubblicazione del Libro “Tradizioni polari a Brindisi Montagna” il nostro Donato Allegretti non smette di stupirci; ancora una volta è stata così premiata la sua costanza e ostinazione nella diffusione della cultura popolare. Il suo nome fra i premiati, accanto a quello del maestro Roberto De Simone fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare ( ricordiamo fra i suoi membri Eugenio Bennato), ci onora come brindisini, “brindisesi” come lui ama dire, e come lucani; come tale vogliamo ringraziarlo per il lustro che porta alla nostra comunità.
L’amministrazione Comunale di Brindisi Montagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *