Presentato lo Sportello Immigrati a Satriano

Lo Sportello Immigrati, presentato ieri sera a Satriano, è un servizio gratuito di informazioni, orientamento e consulenza  rivolto non solo ai cittadini stranieri che vivono sul territorio comunale, ma anche alle imprese ed alle famiglie locali, che entrano in contatto con questo mondo per motivi di lavoro (operai,badanti,ecc) e che quindi hanno bisogno di ricevere informazioni su modalità e procedure amministrative,spesso anche molto complesse.

L’esigenza di attuare anche a Satriano servizi, progetti ed iniziative per l’immigrazione, nasce in seguito al forte cambiamento che ha caratterizzato il fenomeno negli ultimi anni.

I mutamenti sociali ed economici avvenuti negli ultimi anni nella nostra società hanno determinato una progressiva crescita numerica delle presenze di persone straniere a cui si associano crescenti problemi di accoglienza  e di inclusione sociale.

E’, infatti, attraverso l’inclusione sociale dei “nuovi cittadini” che intendiamo  prevenire e combattere forme di emarginazione ed esclusione degli stessi dalla vita della comunità e nello stesso tempo favorire uno scambio culturale, una reciproca conoscenza e convivenza al suo interno.

La nostra società sta attraversando un mutamento irreversibile diventando sempre più multietnica e multiculturale. E’ il momento che anche le realtà comunali ,come la nostra , prendano atto che il fenomeno è in costante crescita  e si attivino affinché una così significativa presenza  possa vivere in armonia con la popolazione locale.

Ciò comporta la necessità di avviare iniziative sociali per realizzare politiche di comunità tese all’inserimento nel tessuto sociale, economico e  culturale dei “nuovi cittadini”  e favorire la creazione di un tessuto locale vitale ed includente.

Non si tratta quindi di fare  carità, né di assistenza, né di solidarietà ma di riconoscimento di diritti e di azioni pratiche per “usarli”, come uomini e come cittadini.

Questa iniziativa è un ulteriore  passo che va nella giusta direzione, verso un buon equilibrio fra doveri e diritti, verso l’accesso facilitato ai servizi e verso un dialogo capace di affrontare i problemi e di prevenire le incomprensioni.

Un passo avanti fatto, non solo dal comune di Satriano, ma da tutta la comunità satrianese che assicura, nel rispetto delle regole, una maggiore coesione sociale tra nuovi e vecchi residenti.

Il prezioso lavoro svolto nel corso di questi anni dagli uffici comunali, dalla scuola, che oggi  accoglie nelle proprie classi 13 “nuovi cittadini” e dai soggetti del terzo settore, ci permette di avere un quadro ampio delle questioni che investono la presenza dei “nuovi cittadini” nella nostra comunità. Un lavoro utile a poter concertare e  programmare al meglio gli interventi ,ad individuare questioni innovative ed a sperimentare azioni “pilota”a livello locale; dalle azioni degli uffici comunali per facilitare la soluzione abitativa, all’avvio  dei primi centri diurni interculturali, come è stato fatto con successo dalla cooperativa Iskra a Satriano.

E magari sperimentare nuove azioni mirate al riconoscimento  delle culture di provenienza. Introducendo, per esempio, un menù “etnico“, una volta a settimana, nella nostra mensa scolastica o sostenendo, nelle attività culturali, iniziative promosse dalla comunità dei “ nuovi cittadini”.

Il fenomeno migratorio  e le problematiche ad esso connesse pretendono risposte organiche e sinergiche che le istituzioni e la società civile sono chiamate a dare.

La speranza è che queste risposte possano servire a riconoscere e considerare l’immigrazione, non più come un problema, ma come una risorsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *