Il presidente del Bari attacca: “Calunnie sulla sconfitta rimediata a Trapani”

Il presidente del Bari Cosmo Giancaspro ha presentato una querela contro ignoti per calunnia e diffamazione in seguito alla diffusione in rete di un file audio di una persona non identificata che descriveva la partita Trapani-Bari come una gara combinata. La gara, giocata il 18 marzo, finì 4-1 per la formazione siciliana.
L’audio ha poi generato forti polemiche sui forum del tifo biancorosso ed è stato commentato con durezza dal tecnico Stefano Colantuono: “Tutte invenzioni e cazzate”. Alla denuncia è stato allegato il file audio in questione. La Procura, ora, dovrà risalire all’autore del’audio per capire da quali fonti possa aver attinto le informazioni.
Per la cronaca, il sistema di ‘radarizzazione’ e monitoraggio delle scommesse non ha rilevato anomalie sulle giocate relative alla sfida Trapani-Bari, in special modo a proposito di una sconfitta larga dei ‘galletti’. Ma, a pochi minuti dall’inizio della gara, si è registrato un incremento delle puntate sulla vittoria dei siciliani, all’epoca ultimi in classifica, tanto da abbassare la quota sulla soglia del 2.10. Anche in alcune agenzie baresi è stata confermata la crescita di scommesse sul successo del Trapani, soprattutto a ridosso della partita. Ma nulla che potesse determinare un blocco della puntate, così come è già successo in altri (e numerosi) precedenti casi che non riguardavano il Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *