Presunti abusi al porto di Brindisi, la Procura chiede il rinvio a giudizio per 12 persone

La Procura di Brindisi ha chiesto il rinvio a giudizio del presidente dell’autorità di sistema portuale dell’Adriatico meridionale, Ugo Patroni Griffi, e di altre 12 persone, tra cui il funzionario Francesco Di Leverano, l’ex subcommissario del Comune di Brindisi, Mariangela Danzì, e l’ex segretario generale dell’ente portuale, Salvatore Giuffrè. L’accusa nei loro confronti è di abuso edilizio, smaltimento illecito di rifiuti, frode in pubblica fornitura, falsità ideologica, abuso d’ufficio.
Nel corso delle indagini, la Procura aveva chiesto i domiciliari o in subordine la sospensione dal servizio per Patroni Griffi e per Francesco Di Leverano, ma anche la Cassazione ha poi ritenuto non sussistessero i presupposti. L’inchiesta si è occupata di presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi, in particolare per la realizzazione di alcuni gabbiotti per i varchi doganali, così come di una strada ed una recinzione di un’area portuale su cui vi è stato un contenzioso con il Comune.
L’udienza preliminare, dinanzi al gup è fissata per il 13 luglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *