Preview Matera-Andria

Matera-Fidelis Andria è la gara che chiuderà la 19esima giornata del girone C Lega Pro 2015-16. Al ‘XXI Settembre’ sfida tra due compagini particolarmente in palla in questo periodo; i materani sono ormai a tutti gli effetti in piena corsa play-off dopo il poker rifilato all’Akragas. In Sicilia ha fatto il suo esordio in biancazzurro il nuovo arrivato Giacomo Casoli, rinforzo per la mediana di Padalino.
“Sono appena arrivato, ma la mia impressione non può che essere davvero positiva. Avevo già affrontato il Matera la scorsa stagione, quanto ero a Como nella doppia semifinale play off per andare in Serie B. – ha detto Casoli – Per questo, conoscevo già molti dei nuovi compagni; di persona conoscevo solamente Armellino. Ho avuto un buonissimo impatto qui a Matera ed una buona impressione della squadra. Sarà il mister a decidere se darmi spazio ed in che termini”.
L’ex centrocampista del Como ha parlato anche della tifoseria: “Del match giocato al XXI Settembre contro il Matera lo scorso anno, ricordo bene l’entusiasmo che si respirava; c’era il pubblico delle grandi occasioni e spero che da lunedì in poi si possa giocare sempre in quel clima e con quell’entusiasmo”.
L’Andria viene, invece, dallo 0-0 contro il Lecce. La formazione di D’Angelo è, assieme al Cosenza, la miglior difesa del girone (10 reti subite). Nella settimana che precede la sfida di Matera, ha parlato l’attaccante Cianci, classe 1996, autore dell’ultima rete siglata dai pugliesi, tre gare fa contro la Casertana. Per una difesa che mantiene, c’è il reparto offensivo che fatica a ‘buttarla dentro’. “Mi sento bene fisicamente. Ci manca il goal, vero, perché l’attaccante vive per quello. Quando riesci a metterla dentro, aiutando anche la squadra a vincere, la sensazione è speciale; viceversa, quando non ce la fai l’importante è che lotti per i compagni ed i tifosi”.
Cianci ha parlato anche dell’assenza di Strambelli, punto di forza della formazione andriese: “Nicola è un giocatore di un’altra categoria. La sua assenza si fa sentire, soprattutto per noi attaccanti. Però ci sono Piccinni, Onescu e Bisoli che stanno facendo un’ottima stagione ed ottime prestazioni. Andremo a Matera sapendo che la gara è complicata; faremo la nostra partita perché vogliamo vincere. Hanno il dente avvelenato dopo l’andata? Anche il Lecce lo aveva, ma son venuti qui e non hanno fatto un tiro in porta”.
A dirigere la sfida di lunedì (calcio d’inizio ore 20, diretta Raisport) sarà il signor Antonio Giua della sezione di Pisa, coadiuvato da Massimo Manzolillo di Sala Consilina (SA) e Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia (NA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *