Primo incontro di Federparchi Basilicata

Si è tenuta stamattina nella sede del Parco dell’Appennino Lucano a Marsico Nuovo, la prima riunione del Coordinamento Regionale di Federparchi Basilicata. Erano presenti, oltre al commissario straordinario del Parco dell’Appennino Lucano Domenico Totaro, presidente del coordinamento regionale, anche Francesco Fiore Vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino, i presidenti dei Parchi Regionali di Gallipoli-Cognato Rocco Lombardo e del Parco della Murgia Materana Pier Francesco Pellecchia, e Luigi Agresti per il WWF. Ha introdotto i lavori del coordinamento il commissario Totaro che ha sottolineato come l’idea di tutela e valorizzazione delle aree protette deve concretizzarsi nell’individuazione di strumenti programmatici e finanziari necessari a raggiungere gli obiettivi propri di tali aree, a partire dalla conservazione della natura, la valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, lo sviluppo dell’agricoltura di qualità, la promozione dell’ecoturismo e di attività economiche ecocompatibili. Nella discussione che è seguita è emersa la volontà condivisa di raggiungere questi obiettivi costruendo una forte azione di sistema tra i parchi nazionali e regionali a partire da una comune progettualità a valere su bandi di livello nazionale ed europeo. Per quanto concerne il rilancio del ruolo di Federparchi di Basilicata si è deciso di ampliare il numero dei componenti del coordinamento regionale, invitando innanzitutto le Province di Potenza e Matera, e le altre associazioni membri di Federparchi nazionale. Nell’incontro si è deciso di stilare un documento programmatico che individui i punti di forza e di debolezza del sistema dei parchi lucani, quale base di confronto per un successivo incontro con la regione Basilicata per il rilancio delle politiche sulle aree protette. A tal fine si è deciso di promuovere, come obiettivo a medio termine, l’organizzazione di una Conferenza Regionale delle Aree Protette. Nell’ambito delle azioni da svolgere in sinergia tra queste ultime, si è deciso di rafforzare e dare contenuti al progetto Basilicata Verde, al fine di offrire al mercato turistico un brand unitario che veda protagonista il sistema natura delle risorse lucane.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *