Primo semestre in positivo per la Fidas di Laurenzana

Per la Fidas di Laurenzana il primo semestre dell’anno 2017 si è chiuso in modo soddisfacente. Un bilancio positivo, con un incremento superiore al 45% rispetto all’anno scorso, nonostante non sia stata organizzata alcuna giornata straordinaria di donazione del sangue. Dall’inizio dell’anno già 82 donazioni, i donatori sono aumentati di gran lunga e soprattutto i giovani rispondono in modo attento a questa necessità del sistema sanitario nazionale.
“Nella giornata dedicata alla raccolta di domenica 18 Giugno abbiamo totalizzato 28 donazioni e 4 predonazioni”, racconta soddisfatto il presidente Lorenzo Pavese. “Una piccola comunità, quella laurenzanese, che si è dimostrata particolarmente sensibile al tema con risultati eccellenti. – afferma la nota della Fidas – Un trend contro corrente rispetto alla media nazionale, – prosegue la nota –  che registra percentuali più basse rispetto all’anno scorso. Questo è motivo di grande soddisfazione per il direttivo che si impegna alacremente per raggiungere traguardi sempre più importanti. L’esempio dei giovani e meno giovani laurenzanesi donatori di sangue deve essere un modello per tutta la Basilicata che si è dimostrata sempre sensibile nel momento del bisogno. Il sangue non si produce in laboratorio e quindi soltanto grazie alle volontarie e gratuite donazioni si possono esaudire le necessità che quotidianamente si presentano in campo sanitario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *