Procura di Foggia chiede l’arresto bis per l’ex sindaco Landella

La Procura di Foggia ha chiesto che siano arrestati e portati in carcere l’ex sindaco Franco Landella, l’imprenditore edile Paolo Tonti, gli ex consiglieri comunali di maggioranza Dario Iacovangelo e Antonio Capotosto, e Daniela Di Donna, moglie dell’ex sindaco e dipendente comunale. Il gip del Tribunale dispose gli arresti domiciliari per i primi quattro indagati e l’Interdizione dal lavoro per Di Donna. Successivamente i quattro indagati, posti ai domiciliari, furono rimessi in libertà ma con l’interdizione dai pubblici uffici.
La Procura contesta sia la decisione del gip di non mandare in carcere i cinque indagati sia la seconda ordinanza del 31 maggio scorso con cui lo stesso giudice delle indagini preliminari rimise in libertà Landella, Iacovangelo e Capotosto. Nel ricorso la Procura di Foggia ha ribadito le proprie ragioni sostenendo che per tutti gli indagati è elevatissima la possibilità di orientare a loro favore le ricostruzioni dei fatti che potranno essere veicolate dai funzionari comunali e da imprenditori, alla luce dei rapporti che gli indagati hanno intessuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *