Progetto “Giovani In-Formati”, le aule diventano redazioni

Ambiente, sanità  e petrolio sono gli argomenti che hanno animato il dibattito della giornata conclusiva del progetto  “Giovani In – Formati _ Quotidiani locali in classe”, promosso dal Consiglio regionale della Basilicata e al quale hanno aderito scuole di tutto il territorio regionale,  per portare l’informazione locale nelle scuole. Oggi la manifestazione si è svolta a Potenza presso l’aula magna della Università degli studi di Basilicata e vi hanno partecipato gli studenti degli istituti di Maratea, Racioppi di Potenza e Righetti di Melfi. Il progetto punta a mantenere un rapporto costante con la scuola e provare ad utilizzare tutte le forme di comunicazione possibili per comprendere che tipo di sensibilità c’è su alcuni temi di attualità. Nel corso dell’incontro non sono mancati i riferimenti all’importanza della lettura dei giornali per stimolare in maniera critica l’approfondimento delle notizie. Durante le attività del progetto gli studenti hanno preso consapevolezza attraverso la lettura dei quotidiani di come analizzare e rielaborare le fonti di informazione, verificando e approfondendo i vari articoli  sia riguardanti avvenimenti locali che di interesse generale.
Interessati, motivati e curiosi i circa 200 studenti presenti, delegati da ogni singolo istituto, hanno raccontato la loro esperienza presentando gli elaborati e dialogando con il presidente del Consiglio regionale di Basilicata, Francesco Mollica. Presenti i giornalisti Fabio Amendolara, Mara Risola e Antonio Pace, tutor con i quali i ragazzi, per quattro settimane,  hanno svolto il loro percorso formativo, che li ha portati a cimentarsi  nella elaborazione di articoli, video e giornalini scolastici e  la funzionaria del Consiglio regionale Rossana Nardozza, che cura i progetti di cittadinanza attiva rivolti alle scuole.
Il presidente del Consiglio regionale di Basilicata, Francesco Mollica, rispondendo a tutte le domande postegli dagli studenti, dal petrolio, all’ambiente, ai rifiuti, alla sanità, ha assicurato che il Consiglio regionale “intende far proseguire questa  iniziativa anche nei prossimi anni perché siamo convinti sia necessario dare importanza ai giovani, futura generazione da formare per essere classe dirigente del domani”.
Per quanto riguarda il progetto,  gli studenti dell’istituto Righetti i Melfi hanno presentato un video di circa 8 minuti sul terremoto del 1980 ricostruendo con immagini quei “90 secondi di distruzione”. Gli alunni dell’istituto Racioppi – Nitti di Potenza hanno scritto vari articoli su tematiche di attualità come l’inquinamento, il petrolio, il futuro dei giovani ed hanno realizzato un blog per interagire con professori e studenti, nel quale viene affrontato il problema del fumo nelle scuole e la possibilità di istituire una sala fumatori. Interessante anche la lettera aperta scritta al dirigente della propria scuola sulla necessità di eliminare le tasse scolastiche.
Gli studenti dell’istituto superiore di Maratea hanno realizzato infine un giornalino approfondendo problemi locali quali il futuro dell’Ospedale del centro tirrenico e l’impatto ambientale dovuto alla centrale idroelettrica. Al termine, il presidente del Consiglio regionale ha consegnato ad ogni scuola un quadro realizzato dall’artista potentina Maria Di Taranto con la galleria Idearte di Grazia LoRe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *