“Promuovere la famiglia per ricostruire la società”

Venerdì 5 giugno 2015 alle ore 18:00, presso la sala conferenze della Casa di spiritualità S. Anna, in via Lanera di Matera, si terrà un convegno sul tema “Promuovere la famiglia per ricostruire la società; le frontiere dell’umano”. Interverranno il magistrato Alfredo Mantovano, Assuntina Morresi del Comitato nazionale di bioetica e Don Leo Santorsola che modererà i lavori. Concluderà l’arcivescovo di Matera-Irsina mons. Salvatore Ligorio.
Si va sempre più diffondendo nella nostra società l’idea che la famiglia non sia più solo la comunione di vita e di amore tra un uomo e una donna, ma che ci siano tante forme e possibilità di famiglia, si parla infatti sempre più spesso di famiglie. Anche sull’identità sessuale delle persone si ammette da parte di molti che il sesso non sia dato o definito dalla natura ma che sia una convenzione sociale e pertanto sia possibile decidere liberamente della propria identità sessuale. Da qui le pressioni perché siano riconosciute le unioni civili o le coppie di fatto anche tra persone dello stesso sesso che possano anche adottare dei figli.
Talvolta, anche tra cattolici si indulge a ritenere possibili tali unioni in nome dell’amore: se c’è amore ci si può sposare e se c’è amore si possono adottare dei figli per dare loro amore, quello che magari non ricevono in una famiglia formata da un uomo e una donna e dove magari c’è violenza. Le motivazioni di questo convegno si trovano, quindi, nella necessità di riflettere su questi temi e ritrovare le ragioni per un ordinato modo di pensare, dando alla famiglia formata da un uomo e una donna quella priorità assoluta per un corretto ordine sociale riconoscendo alla stessa famiglia il suo valore di prima e insostituibile cellula della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *