Provincia di Bari ai primi posti per furti di auto e scippi

Dai furti alle rapine, dalle estorsioni all’usura. L’indagine annualmente elaborata dal Sole 24 Ore ha certificato che la provincia di Bari è tra le zone più colpite. L’indagine analizza le 106 province italiane, basandosi sul numero di reati denunciati in un anno (forniti dal dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, che fotografano unicamente i delitti emersi in seguito alla segnalazione delle forze di polizia) rapportandoli alla popolazione della provincia stessa, e calcolandone l’incidenza ogni 100mila abitanti.
Nella classifica generale 2019 (basata su dati 2018) la provincia di Bari è 22esima (prima tra le pugliesi insieme a Foggia, al 21esimo posto), con 50.988 reati denunciati (4.072,5 ogni 100mila abitanti). Ma più interessanti sono i dati che emergono dalle 18 classifiche specifiche stilate per ciascun reato; tra queste spiccano furti d’auto e furti con strappo, per i quali Bari è rispettivamente seconda (con 7736 denunce, 617,9 ogni 100mila abitanti, mentre il primo posto tocca alla Bat e il quarto al Foggiano), e quinta (548 denunce). Il Barese resta nella parte alta delle classifiche anche per quanto riguarda usura (ottavo posto con 11 denunce) e rapine (12esima con 691 denunce). E’ invece solo 53esima (stando almeno al valore del Sole 24 Ore, basato sul numero di denunce ogni 100mila abitanti) per furti in appartamento, reato molto ‘sentito’ e temuto dalla cittadinanza.
La provincia di Bari si piazza ancora 17esima per estorsioni (con 262 denunce) e decima per associazione di tipo mafioso (6 denunce). Ancora, la provincia barese compare al 13esimo posto per incendi, mentre compare rispettivamente 42esima per furti con destrezza (1600 denunce) e 48esima per furti in esercizi commerciali (1394 denunce, 111,3 ogni 100mila abitanti).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *