Pubblicato il decreto sull’eccezionalità degli eventi calamitosi nelle province pugliesi

L’Assessorato alle Attività Produttive rende noto che nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.10 del 12-1-2013 è stato pubblicato il decreto 4 gennaio 2013 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali di ‘Dichiarazione dell’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi verificatisi nelle province di Bari,Barletta,Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto (Siccità dal 1 marzo 2012 al 31 agosto 2012). L’intero territorio di Giovinazzo e di tutta la provincia di Bari è interessato alle provvidenze di cui all’art. 5, comma 2, lettera c), d), del Decreto Legislativo n.102 del 29 marzo 2004 modificato dal Decreto Legislativo n.82 del 18 aprile 2008. In particolare la tipologia di intervento, riconosciuto con Decreto Ministeriale, è l’art. 5 comma 2 del D. lgs 102/2004 di cui alle lettere:

c) proroga delle operazioni di credito agrario;

d) alle imprese agricole in possesso dei requisiti, iscritte nella relativa gestione previdenziale, è concesso, a domanda, l’esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali propri e per i lavoratori dipendenti, in scadenza nei 12 mesi successivi alla data in cui si è verificato l’evento;

L’entità dell’esonero è determinata in misura del:

– 17% per le aziende che abbiano subito danni in misura superiore al 30%, ed inferiore o pari al 70% della produzione lorda vendibile;

– 50% per le aziende che abbiano subito danni in misura superiore al 70% della produzione lorda vendibile, decreto 27 luglio 2009, art.1.

Potranno beneficiare degli interventi:

le imprese agricole di cui all’art. 2135 del codice civile, che abbiano subito danni nella misura prevista dalla legge (30% della produzione lorda vendibile)

Nel caso di danni alle produzioni vegetali, sono escluse dal calcolo dell’incidenza di danno sulla produzione lorda vendibile le produzioni zootecniche.

Gli operatori agricoli possono presentare le domande intese ad ottenere le provvidenze previste dall’art.5, comma 2, lettera c) e d) del Decreto Legislativo n.102 del 29 marzo 2004.

Le relative domande devono essere presentate presso il Comune di Giovinazzo – Ufficio Protocollo, entro il termine perentorio di 45 giorni dalla data di pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (SCADENZA 26 FEBBRAIO 2013).

Per ogni informazione, gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Attività Produttive, presso il Comando di Polizia Municipale, il martedì e giovedì, dalle ore 15 alle 16, e potranno richiedere gratuitamente copia della domanda e modello di autocertificazione.

Tommaso De Palma – Sindaco di Giovinazzo

Salvatore Stallone – Assessore alle Attività Produttive del Comune di Giovinazzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *