Pubblicato l’invito a manifestare interesse per l’acquisto della Casa della Divina Provvidenza

Il Commissario Straordinario avv. Bartolo Cozzoli informa che il 21 settembre 2015 è stato pubblicato, su alcuni dei quotidiani nazionali ed internazionali (di cui due a carattere economico), l’invito a manifestare interesse per l’acquisto dell’azienda o dei rami d’azienda di proprietà della Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in Amministrazione Straordinaria. La manifestazione di interesse potrà essere formulata da persone fisiche o giuridiche, italiane o estere che, secondo la legislazione del Paese di rispettiva appartenenza, siano in possesso dei seguenti requisiti, ove applicabili: (i) non si trovino in stato di liquidazione; (ii) non siano sottoposte, in conformità alla legislazione del Paese di appartenenza, a procedure concorsuali o a qualunque altra procedura che denoti lo stato di insolvenza, lo stato di crisi o la cessazione dell’attività o a gestione coattiva; (iii) non siano state assoggettate a sanzioni che comportino il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione in base alla legislazione dei rispettivi Stati di appartenenza.
L’interesse dell’Amministrazione Straordinaria sarà quello di assicurare la continuità aziendale dell’Opera di Don Uva, la salvaguardia dei livelli occupazionali e la massima soddisfazione possibile per i numerosi creditori. Pertanto, in questa prima fase della procedura di cessione sarà valutata la solidità finanziaria dei potenziali acquirenti. In tal senso, gli operatori interessati, insieme alla manifestazione di interesse, dovranno produrre:
(a) autocertificazione dei dai identificativi completi, oltre ad uno schema della struttura di controllo, sino a risalire all’apice della stessa, nonché, qualora il soggetto che manifesti interesse sia una società quotata, elenco dei dieci maggiori azionisti;
(b) copia dell’atto costitutivo e dello statuto sociale vigente del soggetto interessato;
(c) ove si tratti di soggetto iscritto nel Registro delle Imprese, il certificato del Registro delle Imprese relativo al soggetto interessato, attestante la vigenza delle cariche sociali, l’indicazione nominativa degli amministratori e dei relativi poteri, nonché dei sindaci, ove esistenti, con dicitura “nulla osta antimafia” (o altro documento equipollente in caso di Soggetto Interessato straniero);
(d) breve profilo dell’attività svolta dal Soggetto Interessato e, se esistente, dal gruppo di appartenenza e/o dalla società controllante, comprensiva dei principali dati economici e finanziari, in cui si evidenzino, in particolare, le attività eventualmente svolte in uno o più dei settori di attività in cui opera, direttamente o indirettamente, la Congregazione;
(e) copia dell’atto di conferimento dei poteri al legale rappresentante/procuratore che sottoscrive la manifestazione di interesse e copia del documento di identità del firmatario, in corso di validità;
(f) certificato di vigenza non anteriore di 60 giorni rispetto alla data di trasmissione della manifestazione d’interesse;
(g) ove si tratti di soggetto tenuto per legge alla predisposizione ed approvazione di un bilancio, i bilanci civilistici e, se esistenti, consolidati dell’offerente relativi agli ultimi tre esercizi (nel caso di soggetti costituiti da meno di tre anni, bilanci civilistici e consolidati disponibili.
Gli operatori interessati dovranno far pervenire la propria manifestazione di interesse redatta in forma scritta, in lingua italiana o inglese, mediante comunicazione “riservata”, alla c.a. del Commissario Straordinario, recante il riferimento “Manifestazione di Interesse in relazione alla vendita del Complesso Aziendale”, da inviare a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno presso lo studio del Notaio Pietro Acquaviva sito in Via Alcide de Gasperi n. 21, 76011 Bisceglie (BT), entro e non oltre le ore 12 (ora italiana) del giorno 10 ottobre 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *