Puglia, il Movimento Turismo dell’Olio chiede la ripartenza del turismo enogastronomico

Il consorzio Movimento Turismo dell’Olio festeggia due mesi di attività, ma ha già tra i suoi obiettivi quello di far ripartire il turismo enogastronomico in Puglia. “L’incertezza che ancora aleggia nel nostro mondo produttivo non ci deve scoraggiare, ma darci la forza per guardare avanti e programmare il futuro”, ha detto Donato Taurino, presidente del Movimento. Nelle scorse ore si è infatti svolto un Tavolo del Turismo enogastronomico italiano, al quale ha partecipato Gian Marco Centinaio, Sottosegretario di Stato del Governo Draghi al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, e durante il quale Taurino ha sottolineato l’importanza di avere una legge sull’oleoturismo per la quale Centinaio ha assicurato il proprio interessamento al fine di verificare l’iter di approvazione.
Temi trattati sono stati la digitalizzazione, le infrastrutture, la formazione professionale, la tutela ambientale, la comunicazione, il portale nazionale dedicato, un protocollo sulla cura e manutenzione del paesaggio, la rivalutazione dei borghi pugliesi ed ancora il dialogo attivo tra pubblico e privato nell’attuazione delle politiche relative al Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Taurino, a nome del Movimento, ha sottolineato il desiderio di ripresa e di fare sistema a partire dal turismo enogastronomico. “Frantoi ipogei, uliveti secolari e la grande varietà delle cultivar, ben 535, attraggono nella nostra terra viaggiatori gourmet sempre più numerosi provenienti dai diversi angoli del pianeta – ha sottolineato Taurino – Un pianeta violentato dalla mano dell’uomo, ma non dagli agricoltori, che sono le sentinelle dei territori, i quali chiedono più rispetto per l’ambiente da salvaguardare e tramandare ai nostri figli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *