Puglia: Trenitalia, liquami su binari. Chiusura dei bagni

La chiusura dei bagni a bordo dei convogli sarebbe la soluzione prospettata alla Procura di Bari da Trenitalia per ottenere il dissequestro dei treni. È in sintesi quanto contenuto nell’istanza depositata ieri sera, a poche ore dalla notifica del provvedimento di sequestro di otto treni per violazioni ambientali. A quanto si apprende, Trenitalia chiederebbe la restituzione dei mezzi alla magistratura barese, ovviando alle presunte violazioni sullo sversamento dei liquami dei bagni con la chiusura degli stessi bagni e invitando i passeggeri, attraverso appositi messaggi comunicati nelle stazioni, ad usufruire dei servizi a terra in quanto inutilizzabili quelli a bordo.
La soluzione proposta dalla società di trasporto riguarda i treni che percorrono tratte della durata di 25 minuti, assimilabile ad un servizio metropolitano, che non prevedrebbe alcun obbligo giuridico di mettere servizi igienici a disposizione dei pendolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *