La rassicurazione di Adduce: “I lavori presso lo stadio ‘XXI Settembre’ procedono”

Tutto sotto controllo. E’, in soldoni, il messaggio che il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, ha lanciato a tifosi e giornalisti nel pomeriggio di oggi. La questione stadio sta diventando sempre più un labirinto, dal quale è difficile uscire. Se ieri il patron Columella aveva informato i tifosi materani circa l’irreperibilità o i tentennamenti dell’amministrazione comunale ai suoi solleciti per la disponibilità dell’impianto sportivo cittadino, Adduce ha espresso il suo punto di vista, e assieme a lui, anche gli assessori Montemurro, Cappella, Trombetta e la dirigente Delia Tomasselli.

“Il salto in Lega Pro è un evento di assoluto rilievo per la storia recente della nostra città. – ha detto Adduce – Columella non ha lesinato sforzi economici per allestire una squadra in grado di ben figurare. Per i lavori dello stadio ‘XXI Settembre’ abbiamo stanziato una cifra di 500mila euro. Vorrei precisare che abbiamo un ‘signor stadio’, e queste sono parole che ci hanno pronunciato i delegati della Lega Pro durante il sopralluogo presso lo stadio. Non vedo il perchè di questi allarmismi. Per la gestione dello stadio, abbiamo istituito un apposito bando, una procedura chiara, rapida, rispettando quanto presente nel Codice degli appalti (d.lgs 163/2006), e chiunque fosse interessato ad accollarsi la sua gestione è ben accetto. I lavori, se tutto dovesse andare per il meglio, dovrebbero concludersi entro l’inizio del campionato. Se il signor Columella ha intenzione di gestire il ‘XXI Settembre’, deve presentare regolare domanda di partecipazione al suddetto bando. La tempistica dei bandi non è breve, necessita di tempi burocratici. O se Columella volesse costruire un impianto nuovo, sono disponibile al dialogo. Così come la nostra amministrazione si accollerà l’eventuale onere nel momento in cui la società Matera calcio dovesse utilizzare altre strutture private”.

L’assessore Trombetta ha avallato la tesi del primo cittadino materano, sottolineando anche la questione degli altri impianti cittadini, che potrebbero essere utilizzati come campi d’allenamento: “Al presidente Columella, tempo fa, abbiamo prospettato sia l’ipotesi di Borgo La Martella, sia quella dell’impianto di Santeramo. In questo caso, il sindaco santermano aveva anche chiesto orari e giornate per poter concedere lo stadio alla società Matera calcio”.

Il dirigente comunale Tomasselli ha elencato quanto fatto sinora presso lo stadio ‘XXI Settembre’: “Abbiamo inibito l’uso della tribuna per effettuare lavori sulla tettoia. Abbiamo concesso un incarico ad un esperto del settore e siamo in attesa delle sue analisi per la messa in sicurezza della zona. Ci sono lavori di ‘prescrizione’ già avviati, come il ripristino dell’intonaco, la rimozione dei ferri arrugginiti. Ci sono bagni nuovi nello spogliatoio situato sotto la Curva Sud e il rifacimento dei servizi igienici sotto le gradinate”.

Nel momento in cui vi scriviamo, il sindaco Adduce e gli assessori sopra citati stanno incontrando una delegazione del tifo materano (ma anche semplici cittadini) per una corretta informazione su un tema che sta occupando la cronaca cittadina da un bel pezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *