Regione Basilicata avvia programma di bio-monitoraggio del Parco del Vulture

Misurare lo stato di salute del Parco regionale del Vulture mediante un programma di biomonitoraggio ambientale nell’area naturalistica. E’ l’obiettivo del programma finanziato dalla Regione Basilicata, con recente delibera con 980 mila euro del Fondo di sviluppo e coesione, che porterà alla costruzione di un sistema di controllo per misurare l’impatto delle potenziali sorgenti inquinanti sull’ambiente.

“Un sistema naturale in buone condizioni è uno strumento chiave per garantire la salute pubblica e il benessere. Il biomonitoraggio, effettuato in modo preliminare e a grande scala e basato sulle informazioni fornite da ‘sensori viventi’ quando sono esposte ad agenti inquinanti, ci permette di individuare aree a rischio e indirizzare indagini mirate, facendo risparmiare alla collettività tempo e denaro. – ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa – Il nostro obiettivo è quello di tarare un modello di controllo della qualità dell’ambiente esportabile dal Vulture a tutto il vasto e notevole patrimonio naturalistico della Basilicata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *