Regione Puglia: Pubblicata la graduatoria definitiva del bando sull’efficientamento energetico negli edifici pubblici

Pubblicata sul sito della Regione Puglia la Determina n. 67 con la quale è stata approvata la graduatoria definitiva dei progetti presentati da Enti locali, ASL, istituti scolastici e altre Amministrazioni pubbliche, in risposta all’Avviso 40/2017 destinato a finanziare iniziative di efficientamento energetico o di produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici pubblici. 

Questa iniziativa – insieme all’azione finalizzata all’efficientamento dei cicli produttivi, nonché all’avviso di imminente pubblicazione destinato a finanziare interventi nel campo delle micro smart grid – si inserisce nel più ampio obiettivo di incentivazione al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente, attraverso la riduzione del consumo complessivo di energia, con particolare riferimento agli edifici e alle strutture pubbliche. 

Le azioni, finanziate nell’ambito del Programma Operativi FESR 2014-2020, sono state oggetto di una significativa partecipazione da parte delle amministrazioni destinatarie del bando: nel periodo di vigenza dell’Avviso, infatti, sono state presentate ben 467 istanze valide per un ammontare di circa 594 milioni di euro, a fronte di una disponibilità complessiva pari a circa 157 milioni di euro.

Tale ingente numero di istanze, cui si aggiunge la complessità della documentazione da esaminare, ha comportato un’istruttoria tecnica e amministrativa particolarmente attenta e laboriosa, al termine della quale è stato possibile procedere alla pubblicazione della graduatoria definitiva degli interventi ammessi a finanziamento. 

Al termine della fase di valutazione di tutte le domande presentate, 248 progetti hanno superato la soglia minima di 60 punti prevista dall’Avviso ai fini dell’ammissibilità, per uno sviluppo complessivo di 304 milioni di euro, importo ben superiore alle risorse attualmente a disposizione. 

Allo stato attuale, pertanto, sarà possibile procedere con l’immediato finanziamento dei primi 111 interventi, 8 relativi ad ASL/Aziende ospedaliere, 2 relativi ad Amministrazioni statali e 101 delle altre amministrazioni pubbliche, con particolare riferimento agli enti locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *