Regolamento Urbanistico di Matera: dopo la richiesta degli Ordini professionali anche Confapi ritiene opportuno un confronto pubblico

Il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, apprezza e condivide la richiesta degli Ordini degli Ingegneri e degli Agronomi e dei Collegi dei Periti agrari e dei Periti industriali di un confronto pubblico sul Regolamento Urbanistico di Matera prima della sua approvazione. Dopo la raccolta delle osservazioni e il lavoro delle commissioni, il prossimo 24 giugno il Consiglio Comunale dovrà approvare quello che viene considerato un documento fondamentale per la città. Il Regolamento Urbanistico, infatti, può costituire un’occasione di riqualificazione e di recupero urbano, oltre a essere potenzialmente in grado di costituire un forte volano per l’economia, rimettendo in moto un vasto circuito economico rimasto fermo per troppi anni. Pertanto, considerato che il percorso avviato nel 2015 con la redazione dello strumento urbanistico si sta finalmente concludendo, Confapi Matera si associa alla richiesta di un confronto pubblico al fine di contribuire al dibattito con alcune riflessioni in tema di innovazioni nell’edilizia, di riqualificazione urbana, di salvaguardia ambientale, di recupero funzionale delle periferie. In linea con il Protocollo d’intesa sottoscritto ad aprile 2018 dall’Amministrazione comunale con gli Ordini professionali, quindi in continuità con la disponibilità già data di condivisione dei contenuti del R.U., Confapi chiede una presentazione e un dibattito pubblici in cui i cittadini prendano atto del futuro sviluppo urbanistico della città. Oggi più che mai occorre lavorare per la reintegrazione dell’immagine della città, riqualificando interi quartieri e lavorando allo stesso tempo per la continuità e per il rinnovamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *