Riapre al pubblico la Chiesa rupestre ‘Santa Barbara’ a Matera

Dal giorno 10 agosto la Chiesa Rupestre di Santa Barbara, gioiello di arte, storia e cultura, dopo 7 anni di chiusura, riapre al pubblico per le visite. Il servizio sarà garantito dalle Le Coop. “Maecenatis-Arch. Beniamino Contini”, “ArteZeta” e “Culture Lucane” affidatarie da parte del Comune della custodia e valorizzazione della medesima così come stabilito nella Deliberazione di Giunta n. 00257-2015.
Al momento, in fase sperimentale e nelle more di ultimazione di tutti gli interventi di manutenzione di ripristino della Chiesa, le visite potranno essere realizzate su prenotazione nelle seguenti fasce orarie 9:00, 12:30, 16:30, 18:00, chiamando ai seguenti numeri +393937847816, +393387055929, +393487746336, +393205350910.
In seguito saranno definiti orari di apertura stabile del presidio.
Le Cooperative affidatarie della custodia della Chiesa intendono offrire alla comunità materana e ai turisti una modalità di custodia e valorizzazione che ha lo scopo di integrare le esigenze generali di tutela e salvaguardia con quelle di sviluppo, di promozione sociale, di crescita economica e in un solo termine di “contemporaneità”, dimostrando sul campo che anche questi beni, fino a poco tempo fa ritenuti far parte di una cultura subalterna, appartengono al patrimonio storico-artistico-ambientale dell’umanità e pertanto possono essere assunti in termini reali di produzione perché lo spazio, divenuto oggi ambiente specifico, si traduca in risorsa per lo sviluppo.
A settembre sarà realizzata una conferenza stampa strutturata nella quale saranno illustrate le modalità operative di valorizzazione del presidio culturale in questione.
Lucia Laterza – Presidente Artezeta
Prof. ssa Ornella Tortorelli – Presidente Coop. Maecenatis
Enzo Montemurro – Presidente Culture Lucane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *