Riapre da oggi la Biblioteca “Rendella” a Monopoli

L’Assessore alla cultura del Comune di Monopoli Rosanna Perricci ha reso noto che la Biblioteca civica “Prospero Rendella” a partire da oggi riapre finalmente anche gli spazi di studio e di lettura al pubblico, seppur con una riduzione dei posti a sedere e solo su prenotazione.

L’accesso ai posti a sedere delle sale è al momento rivolto solo ad un limitato numero di utenti: Sala Studio (11), Sala Ragazzi (Young Adult: 3; Sala Bambini: 4), Sala Lettura A (2), Sala Piazza del Sapere (5 di cui 2 dedicate alla consultazione in loco dei documenti della biblioteca), Sala Prospero (8), Sala dell’Affresco (13  di cui 2 posti con la possibilità di utilizzo del PC per la navigazione in internet e 2 posti dedicati alla consultazione dei periodici).

Per quanto riguarda la Sala Prospero, è possibile l’utilizzo della stessa per piccoli eventi culturali soltanto attraverso prenotazione per un massimo di 30 persone. Permane l’obbligo di prenotazione per l’accesso in Biblioteca per l’accesso nelle sale studio/lettura, per la consultazione di materiali moderni e afferenti alla Sala Manoscritti e Libri Antichi, per il Document Delivery, per il prestito locale (il prestito interbibliotecario sarà sospeso per tutto il mese di agosto) e la restituzione dei libri.  Sarà necessario prenotarsi in anticipo al numero telefonico 080-4140709 o via e-mail all’indirizzo info@larendella.it.

Da martedì 18 agosto, inoltre, sarà possibile prenotare le postazioni disponibili anche via web collegandosi al sito Servizi SBN-web Polo Terra di Bari, inserendo le credenziali per il primo accesso o registrandosi, per chi non fosse già iscritto. Selezionando la Biblioteca civica “Prospero Rendella”, si potrà accedere al servizio prenotazione posti e scegliere il giorno, la postazione e le fasce orarie di interesse. Per accedere in biblioteca sarà necessario rilevare la temperatura corporea (che dovrà essere inferiore a 37,5°) attraverso il termoscanner collocato all’ingresso della Biblioteca o attraverso termometro digitale nella Sala dell’Affresco.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *