Risarcito il padre dei fratellini di Gravina

Filippo Pappalardi, il padre di Ciccio e Tore, i due fratellini di Gravina in Puglia, ha ottenuto un risarcimento di 65 mila euro per l’ingiusta detenzione subita e per il danno morale. E’ quanto hanno stabilito i giudici della Corte di Appello del Tribunale di Bari. I due ragazzini (Francesco di 13 anni e Salvatore di 11), sono scomparsi il 5 giugno 2006 e successivamente ritrovati senza vita in un pozzo di un edificio abbandonato il 25 febbraio 2008.
Filippo Pappalardi fu arrestato nel novembre 2007 con l’accusa di omicidio e costretto alla detenzione per 3 mesi. L’autopsia, invece, accertò che i due ragazzi caddero accidentalmente nel pozzo dell’edificio. Della somma stanziata per il risarcimento, 20mila euro sono per la detenzione e 45mila euro come risarcimento dei danni morali, anche se i legali dell’uomo avevano chiesto una cifra di gran lunga superiore, pari a circa 516mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *