RLS FIM CISL invia segnalazione ad ArcelorMittal sulla situazione del Reparto Ima1

A ARCELORMRTAL
A RELAZIONI INDUSTRIALI
A DIRETTORE DI AREA ING. DEGIOIA
A CAPO AREA DI LAURO
A CAPOTURNO T. ZEZZA
P.C. SPESAL
Facendo seguito alla comunicazione del 2 gennaio 2020, con cui la scrivente
Organizzazione Sindacale ha denunciato anomalie sugli anemometri, chiedendo contestualmente la verifica su tutte le gru degli sporgenti, purtroppo ad oggi, a distanza di 48 ore dalla segnalazione, riscontriamo che tali anomalie continuano a persistere. Nella giornata di ieri, durante il secondo turno il CM1 è stato fermato, poiché le segnalazioni delle operatori hanno confermato la presenza delle già evidenziate anomalie.
Cosa ancor più grave è accaduta, sempre nella giornata di ieri, al terzo turno: dopo la segnalazione degli operatori al capoturno del reparto Ima 1, lo stesso decideva – senza alcuna autorizzazione – ad esercire sulla Gru sostituendo di fatto gli operatori. Riteniamo inaccettabile e inqualificabile l’atteggiamento del capo turno in oggetto, in quanto, nonostante le varie segnalazioni e le denunce fatte dalla scrivente e alla luce dei tragici eventi verificatisi in loco – ultimo quello del 10 luglio 2019 – è costume consolidato
continuare a pensare che le segnalazioni fatte, in termini di sicurezza, dagli operatori o dalle Organizzazioni Sindacali siano solo pretesti per non svolgere la propria attività e che, inoltre, il rispetto delle pratiche operative valga solo per gli operai ma non per i preposti.
In merito a quanto descritto richiediamo un incontro urgente finalizzato alla risoluzione delle problematiche descritte e, nello stesso tempo, affinché si ponga fine a tali atteggiamenti superficiali.
RLS FIM MARCO D’ANDRIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *