Ruvo di Puglia: rapina in una salumeria, ucciso il proprietario

Quattro persone hanno fatto irruzione intorno alle 21.15 in un negozio di generi alimentari in corso Piave, angolo via Mendozza per compiere una rapina. In quel momento si trovavano tre clienti e il titolare. I quattro della banda sono entrati da una porta posteriore e tutti indossavano un passamontagna.

Solo uno di loro era armato. Questi ha puntato la pistola contro il titolare urlando: “Questa è una rapina!”. La resistenza del titolare a consegnare la cassa ha determinato la reazione del rapinatore armato, che ha sparato colpendo mortalmente l’uomo alla testa.

A nulla sono serviti i tempestivi soccorsi prestati da un’ambulanza giunta sul posto. Giuseppe Di Terlizzi 39 anni, proprietario del negozio, è deceduto intorno alle 22.

Dalle prime rilevazioni delle forze dell’ordine, i rapinatori si sarebbero serviti di un’auto parcheggiata nel centro storico tra la chiesa del Purgatorio e quella del Carmine, per la loro fuga. Importanti per l’individuazione dei responsabili, i reperti ritrovati sulla scena del delitto: un passamontagna e soprattutto la pistola che ha ucciso il commerciante, si tratta di una pistola calibro 7.62.

Tre dei quattro rapinatori della Gastronomia Sant’Angelo sarebbero stati immortalati dalle telecamere di videosorveglianza posizionate nei pressi di via Mendozza, la strada su cui si affacciano altre porte del negozio con l’ingresso principale in via Piave.

I carabinieri, che indagano sull’accaduto e hanno già ascoltato alcuni testimoni, hanno ritrovato una pistola che potrebbe essere quella usata durante la rapina da cui è partito il colpo che ha raggiunto la vittima in pieno volto. Inoltre, avrebbero già pronto l’identikit di almeno uno dei quattro rapinatori. Si tratterebbe di un ragazzo tra i 18 e i 25 anni, dai capelli e occhi chiari. I militari avrebbero anche ritrovato due passamontagna usati. Dagli indumenti potrebbero essere scovate le tracce biologiche dei criminali.

Il corpo di Di Terlizzi è stato trasportato all’istituto di Medicina legale del Policlinico di Bari, a disposizione della magistratura. Con molta probabilità l’autopsia, decisa dal pm Bruna Manganelli, sarà eseguita lunedì, dal professore Alessandro Dell’Erba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *