Sabato giornata conclusiva del progetto ‘Piccole Guide sulle piste dell’Appennino’

È in dirittura d’arrivo il progetto “Piccole Guide, sulle piste dell’Appennino”, patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, realizzato dal Parco Nazionale Appennino Lucano-Val d’Agri-Lagonegrese, in qualità di promotore e capofila, dal Parco Nazionale del Pollino e da quello della Sila, e con il coordinamento operativo e la direzione scientifica del Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’Ambiente. Un progetto articolato, che ha visto i territori dei tre Parchi trasformarsi in altrettanti scenari di conoscenza, studio e divertimento per i quasi 500 ragazzi di diversi istituti scolastici che hanno conseguito, dopo lezioni in aula e laboratori sul campo, l’ambìto titolo di “Piccola Guida del Parco”. Dopo le cerimonie di premiazione che si sono tenute nei giorni scorsi nei luoghi dei Parchi del Pollino e della Sila, in cui sono stati premiati gli alunni dei comuni delle rispettive aree protette, sabato prossimo si chiude con la giornata conclusiva nel Parco dell’Appennino Lucano, durante la quale riceveranno l’attestato 95 alunni degli Istituti Comprensivi “G. Racioppi” di Moliterno, “L. Da Vinci” di Tramutola e quello di Paterno. Dagli altri due Parchi che hanno già celebrato la giornata dedicata alle premiazioni giungeranno a bosco Maglie di Moliterno due nutrite delegazioni accompagnate dai rispettivi Dirigenti Scolastici. Ad accoglierli ci saranno docenti e animatori dei corsi, e rappresentanti delle istituzioni che hanno a vario titolo promosso il progetto. L’assessore regionale all’Ambiente Vilma Mazzocco, i presidenti dei tre Parchi Nazionali, il commissario Domenico Totaro per Appennino Lucano, Domenico Pappaterra per il Pollino e Sonia Ferrari per la Sila, esponenti ministeriali del MIUR, del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata e numerosi sindaci dei comuni coinvolti. Protagonisti della giornata saranno i giovani studenti delle scuole medie del Parco ospitante che, come i loro colleghi, hanno studiato percorsi e sentieri del bosco, per ricavarne un itinerario lungo il quale accompagneranno i loro genitori e parenti in quello che sarà il loro primo giorno da Piccola Guida del Parco. Proprio in questa occasione, infatti, riceveranno l’attestato che riconosce la loro qualifica, sicuramente meritata a termine di un lavoro attento ed entusiasmante. “Le Piccole Guide del Parco sono anche il futuro delle nostre aree protette –ha commentato il commissario Totaro- sulle quali abbiamo voluto investire grazie ad un progetto condotto da personalità esperte e di grande valore. Questo percorso educativo è modulato sull’esperienza di altri Parchi naturali molto avanzati, con i quali i nostri ragazzi devono sempre più fare rete per mettere a profitto quanto di buono è stato maturato altrove e capitalizzarlo nella nostra Regione e specie nel nostro Parco che, essendo il più giovane tra tutti quelli nazionali, ha bisogno di stimoli e di buoni esempi da emulare, sui quali costruire stili di vita esemplati sulle buone pratiche del rispetto e della valorizzazione del patrimonio naturale.”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *