San Giuliano e Bosco Pantano, nessuna variazione

In relazione all’affidamento delle strutture ricettive museali, per lo sviluppo delle attività connesse delle Riserve di S. Giuliano e di Bosco pantano, si precisa che la gestione dei siti e delle aree protette rimane di esclusiva competenza della Provincia. Pertanto, nulla è variato in rapporto al regime di tutela delle aree protette, e non potrebbe essere altrimenti, se non la possibilità di mettere a giusto regime di funzionamento le strutture didattico–ricettive delle stesse, andando nella esatta direzione delle finalità per le quali esse sono state ideate e realizzate.

Ciò detto, risulta alquanto singolare la congettura relativa alla ipotetica realizzazione di un porto turistico, assolutamente impraticabile in un’area SIC, nonché la ancor più singolare supposizione che siano sparite le carte tematiche che individuano il SIC Bosco Pantano, documentazione reperibile sul sito del Ministero dell’Ambiente con il codice IT9220055 Bosco Pantano e Costa Jonica foce Sinni, vedasi Decreto 14 marzo 2011 (G.U. n. 77 del 04 aprile 2011) inerente al Quarto elenco aggiornato dei siti di importanza comunitaria per la regione biogeografia mediterranea in Italia, ai sensi della Direttiva 92/43/CEE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *