San Severino Lucano ha festeggiato i rifugiati

San Severino Lucano ha organizzato la giornata mondiale del rifugiato. Per l’occasione gli ospiti del progetto SAI gestito dalla cooperativa Medihospes hanno voluto ringraziare il comune e la popolazione che li ospita regalando un albero di ulivo, simbolo di pace e di vita. L’amministrazione comunale dal canto suo continua a mettere a disposizione dei beneficiari del Progetto di accoglienza spazi comunali per attività ludico e l’insegnamento della lingua italiana, questi dal canto loro ripristineranno le aree loro affidate tutto in un’ottica di vita sociale attiva sul territorio. Il sindaco Franco Fiore ha ricevuto i partecipanti al comune e parlato di quanto sia importante una politica di accoglienza: “Siamo convinti che ogni persona sul pianeta terra debba essere rispettata nel modo giusto non esistono differenze di razza, colore di pelle o religione, ogni soggetto ha il diritto di essere accolto. E’ importante poi, ha continuato, che queste persone che vengono si sentano accolte e integrate. Siamo stati e saremo sempre disponibili ad accogliere e integrare”.

Il Referente Sai, Rocco Abalsamo ha ringraziato il Sindaco e la popolazione locale per l’accoglienza e per aver reso disponibile la residenza comunale agli ospiti che usufruiranno dell’aula consiliare per le lezioni di lingua italiana ed attività ludiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *