San Severino Lucano, programmi per il rilancio dell’attività turistica, la nota dell’assessore Rosario Lasala

Nel versante lucano del Parco Nazionale del Pollino, il comune di San Severino Lucano programma una mirata e graduale  azione di rilancio di promozione del territorio e delle attività turistiche. La nostra amministrazione comunale, dichiara l’assessore comunale al turismo, Rosario Lasala, nonostante l’emergenza Coronavirus, è impegnata a stilare un piano di rilancio turistico del nostro incantevole comune,  dove è possibile recuperare benessere psicofisico, fare escursioni e sport all’aria aperta, appezzare le eccellenze agroalimentari e la buona cucina, le tradizioni e la cultura. “Nel Parco Nazionale del Pollino sarà meno problematico applicare le regole del distanziamento sociale,  consapevoli che sarà comunque un’ inverno anomalo e limitato, in cui bisognerà convivere con le mascherine da indossare, gli assembramenti da evitare, le misure sanitarie da rispettare e considerando anche la minor disponibilità economica dei turisti.
In attesa di conoscere l’evoluzione dei contagi e le prossime diposizione del Governo nazionale, restano in stand by gli eventi programmati con il sindaco Fiore e la giunta comunale, quali ad esempio il Festival dei Briganti ed il Festival di musica classica dedicato a Gregorio Strozzi. La patata a pasta bianca(Marca) e gialla(Paesana di San Severino Lucano, insieme alla Farina Carosella, prodotto tipici dei comuni del Pollino sono stati inseriti ufficialmente nella guida Basilicata, Eccellenze Agroalimentari, in collaborazione con www.girovagandoinitalia.com”.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *