Il Sappe chiede la chiusura della sezione ‘blu’ del carcere di Trani

Le stanze sono grandi poco più di 4,5 metri quadri. Ed in questo ‘fazzoletto’ di cella i detenuti sono costretti a fare i loro bisogni corporali senza alcuna privacy, nello stesso spazio in cui mangiano, dormono e trascorrono gran parte della giornata. E’ la situazione denunciata dal Sappe, definita “al di fuori di ogni contesto di civiltà”, e per la quale il sindacato ha chiesto la chiusura immediata della sezione ‘blu’ (alta sicurezza) del carcere di Trani. “La sezione va chiusa, anche attraverso l’intervento delle autorità sanitarie o amministrative”, afferma in una nota il sindacato autonomo Polizia Penitenziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *