Scongiurato il pericolo del disimpegno delle risorse Psr

“Abbiamo vinto una sfida: siamo riusciti a perseguire l’obiettivo di spesa fissato per il 31.12.2011 ed a scongiurare il pericolo dell’applicazione, da parte della Comunità Europea, della regola del disimpegno automatico per le risorse del Programma di Sviluppo Rurale, evitando così qualsiasi forma di penalizzazione finanziaria da parte dell’Unione Europea”. E’ quanto dichiara Vilma Mazzocco, assessore all’Agricoltura della Regione Basilicata, “con orgoglio e soddisfazione per gli importanti risultati raggiunti”.

“Grazie all’accelerazione dell’attuazione del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) – continua – in un momento di grande necessità abbiamo dato una risposta concreta al mondo agricolo. Il raggiungimento di tale traguardo conferma la validità della programmazione che interessa un comparto produttivo importantissimo per la nostra economia. L’obiettivo di spesa fissato dal piano finanziario del PSR era di 55.608.000 di euro-spesa FEARS e ad oggi sono stati già erogati 56.108.000 spesa FEARS per un importo di spesa pubblica pari a € 86.265.654. Occorre evidenziare che nella realizzazione della spesa si è data risposta alle priorità emergenti dal mondo agricolo ed inoltre si è inteso valorizzare quelle azioni idonee a promuovere sviluppo e crescita del settore”. Ad ufficializzare la notizia è lo stesso Assessore regionale che “sottolinea la significativa entità delle cifre e la loro importante ricaduta economica per la nostra regione che può contare su uno strumento fondamentale quale si configura il Programma di Sviluppo Rurale rimodulato negli ultimi mesi”.

“Un ringraziamento particolare – aggiunge l’assessore Mazzocco – va al Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura Carmen Santoro per la competenza dimostrata ed il notevole impegno profuso, nonché a tutto il personale del Dipartimento che ha espresso in tale sfida motivazione e dedizione al lavoro. Un percorso non sempre facile, ma che stiamo portando avanti con senso di responsabilità e rigore istituzionale, grazie anche all’azione positiva dell’ARBEA e alla relazione sinergica che si è riusciti ad instaurare con il MiPAAF e con l’AGEA.

Per la Basilicata che da sempre ha un’alta vocazione agricola questi fondi sono fondamentali per sostenere, rilanciare e potenziare l’economia rurale. Oggi l’Agricoltura, nonostante la difficile congiuntura economica, può rivestire un ruolo determinante, rappresentando la colonna portante nel processo di sviluppo produttivo ed economico. Il prezioso contributo del settore primario – precisa l’assessore regionale – investe più aspetti come quello occupazionale, di presidio del territorio e di innovazione. In questo senso, grazie al PSR e all’attivazione delle specifiche misure, abbiamo potuto sostenere le nuove imprese e i giovani agricoltori, le aree rurali svantaggiate, permettere l’ammodernamento delle realtà aziendali già esistenti e la promozione dei nostri prodotti di nicchia. Inoltre, sono in itinere altre importanti misure che troveranno attuazione per il 2012 all’interno di una programmazione già avviata. Nel prossimo anno infatti grazie ai fondi messi a disposizione dal Programma di sviluppo rurale saranno realizzati interventi specifici come quelli indirizzati alle attività agrituristiche, incentivi alla formazione, allo sviluppo di nuovi processi produttivi e sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualità”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *