Sequestrate slot machine illegali nel Salento

Giro di vite contro il gioco d’azzardo e le frodi informatiche. La scorsa notte i carabinieri della compagnia di Gallipoli e quelli di Campi Salentina, hanno effettuato dei controlli presso alcune sale giochi e circoli di Nardò, Copertino, Galatone, Campi Salentina e Squinzano. I controlli hanno interessato 21 esercizi commerciali, tra bar e circoli, permettendo l’identificazione di 69 persone, molte delle quali note alle forze dell’ordine per reati di varia natura o reati specifici di gioco d’azzardo.

Sequestrati due video poker, del genere proibito, modificati, a Squinzano. La modifica apportata permetteva di collegarsi direttamente ai casinò on line, per poter così giocare illecitamente, con puntate da un minimo di 5 euro ad un massimo di 40 euro ciascuna. La durata del gioco, per ogni singola puntata, era di pochi secondi ed ogni giocatore poteva puntare, in poche ore, migliaia di euro. Tutte le apparecchiature elettroniche irregolari (due scoperte a Squinzano), con l’apposizione dei sigilli, sono state sottoposte a sequestro penale. Il gestore della sala giochi e il proprietario dei video poker sequestrati sono stati denunciati per frode informatica. Il totale delle sanzioni amministrative è di 8mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *