Sequestrati beni all’ex direttore amministrativo del teatro ‘Petruzzelli’ di Bari

Un sequestro conservativo di beni immobili del valore di 370 mila euro è stato eseguito nei confronti di Vito Longo, ex direttore amministrativo del teatro ‘Petruzzelli’ di Bari, su disposizione della Corte dei Conti. Longo era coinvolto nelle due indagini, penale e contabile, su presunte tangenti ricevute in cambio di appalti.
“Il provvedimento – rende noto la Fondazione – è stato emesso a garanzia del risarcimento del danno erariale provocato alla Fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari, quantificato per il momento in 370 mila euro”. La quantificazione del danno risulta connessa a spese di rappresentanza e spese varie, che dopo una indagine interna avviata dall’attuale gestione del Teatro, era stata sottoposta all’esame della Procura contabile pugliese. L’udienza di convalida del sequestro (beni immobili e crediti) è fissata al 21 giugno. La Fondazione Petruzzelli si costituirà in giudizio “al fianco della Procura della Corte dei Conti, chiedendo il patrocinio all’Avvocatura Distrettuale di Bari”.
Secondo la Procura della Corte dei Conti della Puglia, Vito Longo avrebbe speso per rappresentanza, pubblicità e ‘spese varie’ più di 370 mila euro fra pranzi, caffè, acqua, insetticidi e altro. In particolare la magistratura contabile ha disposto il sequestro, eseguito oggi dalla Guardia di Finanza, di due immobili e di ogni credito vantato da Inps e Fondazione, compreso il tfr che gli spetterebbe dopo il licenziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *