Sequestrati ormeggi abusivi nell Isole Tremiti

Oltre 100 gavitelli abusivi posizionati alle Isole Tremiti, su una superficie complessiva di circa 57mila metri quadri sono stati sequestrati dalla Capitaneria di Porto di Termoli. Ventidue le persone indagate. Le indagini, cominciate 2 anni fa e coordinate dal Pm Laura Guidotti della Procura della Repubblica di Foggia, sono state avviate all’indomani di una serie di esposti di alcuni diportisti che denunciavano una richiesta di denaro sempre più insistente da parte di gestori abusivi.

Il Gip di Foggia, Elena Carosillo, su richiesta del Pm Guidotti, ha disposto il sequestro penale delle boe posizionate tra le isole principali dell’arcipelago, San Nicola e San Domino, perché prive di titolo concessorio o di autorizzazione. L’operazione ha visto l’impiego di 20 uomini e due mezzi nautici della Capitaneria, supportati da personale della delegazione di spiaggia delle Isole Tremiti. Sono stati apposti sigilli e cartelli che recano sia gli estremi del processo verbale di sequestro, che il divieto di ormeggio.

Le Tremiti, inoltre, sono sottoposte a vincoli ambientali sia da parte della Sovrintendenza ai Beni Culturali sia dell’Area Marina Protetta. Il comandante della Capitaneria termolese, Claudio Manganiello, ha emesso apposita ordinanza di divieto di ormeggio nelle aree marine interessate dai sequestri, precisando che i contravventori saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria non solo per abusivismo demaniale, ma anche per violazione di sigilli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *