Sequestrato carico di marijuana al porto di Bari

I finanzieri del Gruppo Bari e i funzionari del locale servizio Antifrode dell’Agenzia delle Entrate e dei Monopoli hanno scoperto una tonnellata di marijuana, già confezionata in panetti, nascosta in un camion, in contenitori di legno sotto il carico di copertura abilmente costituito da manufatti in cemento per l’edilizia. Ad attirare l’attenzione degli investigatori è stato lo strano atteggiamento mostrato durante il controllo dal camionista; dal successivo controllo, infatti, è stata ritrovata la marijuana, confezionata in 1200 panetti, per un peso complessivo di 1350 kg.

L’operazione di servizio, che ha portato ad uno dei più grossi sequestri di stupefacente mai operato nel porto di Bari, ha sottratto al mercato clandestino dello spaccio una partita che avrebbe fatto fruttare alle organizzazioni circa 14 milioni di euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *