Sgomberato il campo rom di Barletta

Sono in corso da questa mattina le operazioni di sgombero del campo Rom di Barletta e del trasferimento in un terreno in via Vecchia Andria, dove è allestito un campo con tre moduli abitativi prefabbricati. Si tratta di un bene confiscato alla criminalità e affidato dallo Stato al Comune di Barletta nel maggio del 2015, destinato ad accogliere famiglie Rom e Sinti, regolarmente iscritte alla anagrafe comunale.
Sono soltanto due, di fatto, i nuclei familiari che ancora vivevano nel campo alla periferia della città, in fondo a via Barberini, attualmente zona di espansione edilizia e di interventi in zona 167. In tutto si tratta di 7 persone, senza minori. Le condizioni di utilizzo del nuovo campo, da rispettare anche per il rinnovo annuale della autorizzazione, sono la raccolta differenziata e il pagamento di un euro al giorno per container, acqua ed energia elettrica. Il vecchio campo Rom era lì da oltre 30 anni e le famiglie hanno vissuto in baracche di fortuna, di legno e lamiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *